Adriana risponde

Sos: non vuole dormire nel suo letto

tata-adriana-404
02 Giugno 2011
"Gli ultimi due mesi ha fatto il pisolino pomeridiano dalla nonna che lo ha sempre fatto prendere sonno standogli sempre vicino nel letto grande. Adesso che lo porto di nuovo a casa non riesco più a farlo dormire nel suo letto... " Una mamma chiede consiglio a Adriana, la nota tata del programma tv Sos tata.
Facebook Twitter Google Plus More

Buonasera,

ho un bambino di 1 anno che è sempre stato molto bravo a dormire. La sera va a letto senza problemi, si addormenta da solo e fin poco tempo fa era così anche di pomeriggio. Purtroppo per motivi di lavoro gli ultimi 2 mesi ha fatto il pisolino pomeridiano dalla nonna che lo ha sempre fatto prendere sonno standogli sempre vicino nel letto grande. Adesso che lo porto di nuovo a casa non riesco più a farlo dormire nel suo letto. Ho provato di tutto ma non so cosa fare e a dire la verità sono anche un po' infastidita visto il tempo e la pazienza che c'ho messo per insegnargli a dormire da solo...

Cara Mamma,

quando si inizia una collaborazione è importante stabilire una linea da seguire, che sia coerente e che non crei confusione nel bambino: se il pisolino va fatto nel suo lettino anche dalla nonna (ma ce l’ha il lettino la nonna?), allora ci si accorda che, per evitare ripercussioni a casa per la nanna, preferisci che il bambino si addormenti come sempre da solo. Ma, si sa, i nonni sono preziosi anche perché viziano (e il loro bello!!): allora si mette in chiaro che dai nonni si fa così e a casa si fa come sempre.

Anche se forse questa richiesta potrebbe essere legata anche ai cambiamenti (la mamma adesso lavora) e alla voglia di tempo insieme e di extra coccole!! Anche perché spesso i bimbi sanno distinguere i diversi luoghi e le diverse regole (con la nonna posso fare questo, a casa no!).

Prova quindi a trovare una via di mezzo (non un compromesso): trovate una bella routine della nanna, dove si fanno delle cose insieme prima di andare a letto (come un gioco tranquillo, una bella storia, delle coccole), poi si mettono a letto i pupazzini e lo metti nel suo lettino.

Mettiti sdraiata in silenzio di fianco al lettino (su un materasso): puoi cantare una ninna nanna, accarezzarlo, ma senza parlare. Pian piano potrai rimanere ogni volta un pochino meno, fino a che non torni ad addormentarlo da solo. Dimostra che hai fiducia nel fatto che è sempre stato capace di fare la nanna nel suo bellissimo lettino, nella sua cameretta tutta per lui.

Mettiti d’accordo con la nonna, in modo da dare messaggi coerenti. Eventualmente anche lei può fare lo stesso: rimane lì a fare le coccole e poi pian piano lascia che si addormenti anche da solo.

Mi raccomando, tranquilla e serena: purtroppo non sarà la prima bella abitudine che perderà nel tempo!!!

Un abbraccio,

adri

Leggi anche: I 100 consigli della tata ai genitori

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. I 100 consigli della tata ai genitori