Adriana risponde

Sos: sminuire l'autorevolezza del papà oppure no?

tata-adriana-404
23 Giugno 2011
"A me è sembrata eccessiva la sua reazione, ma non l'ho tirata su e non gli ho detto niente per non sminuire la sua autorità davanti alla piccola e anche davanti a lui..." Una mamma chiede consiglio a Adriana, la nota tata del programma tv Sos tata.
Facebook Twitter More

Ho una bambina di 18 mesi. E' molto indipendente, ma a volte durante il pasto fa un po' pasticci, soprattutto quando non vuole mangiare. Lei mangia da sola e d'abitudine la mettiamo nel seggiolone quando cominciamo a mangiare anche noi, così da darle l'abitudine a stare insieme durante i pasti. Ma a volte, un po' per stanchezza, un po' perché è una bambina e fare i capricci è il suo mestiere, non si tiene.

Così ieri sera mio marito a perso la pazienza, è scattato l'ha tirata giù dal seggiolone, l'ha rimproverata e le ha detto di andare di là, lei si è buttata per terra a piangere ed io ho continuato a mangiare perché non sapevo che fare. A me è sembrata eccessiva la sua reazione, ma non l'ho tirata su e non gli ho detto niente per non sminuire la sua autorità davanti alla piccola e anche davanti a lui.

Poi è stato lui stesso a tirarla su e a rimetterla seduta accanto a noi. Io le ho dato un fagiolino e lei si è calmata. Mi chiedo se è giusto non intervenire quando ritengo eccessive le sue reazioni? Ma è il padre ed ha il diritto di sgridarla quando ritiene che il comportamento di sua figlia non è idoneo a determinate circostanze.

Cara Mamma,

innanzitutto la cosa importante da tenere a mente (anche se so che non è sempre facile) è che, come genitori, più reagiamo ai capricci in modo esasperato, peggio è. Il bambino così piccolo non è ancora in grado di gestire le sue emozioni, così nuove per lui: non ha ancora la consapevolezza dell’adulto delle conseguenze delle sue azioni. Se un adulto dà un calcio a un muro per rabbia, sa che il muro si sporca e che rischia di farsi male al piede! Un bambino, invece, non sa gestire quello che prova e non è consapevole delle conseguenze: ci si può quindi aspettare un “esplosione” diversa.

Se anche l’adulto si comportasse in un modo simile, non darebbe certo il buon esempio: è importante essere una guida, dando l’esempio di come si può reagire e quindi la giusta alternativa. Ovviamente, se il bambino si dovesse mettere in situazione di pericolo durante i capricci, allora si deve intervenire per evitare che si faccia male.

Se il genitore dovesse quindi reagire “esplodendo” come un bambino, si metterebbe al suo livello.

Per quanto riguarda la situazione che descrivi, il tuo comportamento è stato corretto: è importante non sminuire l’autorevolezza (più che l’autorità) del papà davanti alla bimba.

La cosa importante è che, se non sei d’accordo con un determinato modo di fare, allora dovete assolutamente chiarirvi fra di voi, in separata sede. Avere un metodo educativo coerente e unico è fondamentale per non creare confusione nella bambina ed evitare incomprensioni fra di voi.

La strada è lunga e mettersi d’accordo è molto importante!

Un abbraccio,

adri

Leggi anche: I 100 consigli della tata ai genitori

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. I 100 consigli della tata ai genitori