Pari opportunità

In arrivo fondi per i nidi familiari e albi per le baby sitter

Mara-Carfagna
02 Dicembre 2009
Stanziati 10 milioni per le 'mamme di giorno' (tagesmutter), che organizzano l'asilo in casa e 4 milioni che serviranno a far sì che ogni comune abbia elenchi e albi per le baby sitter.
Facebook Twitter Google Plus More

Un piano di cinque punti per favorire il lavoro femminile: lo hanno presentato ieri il ministro per le pari opportunità Mara Carfagna e il ministro del lavoro Maurizio Sacconi.

Il piano si chiama "Italia 2020" e per la sua attuazione il governo ha già stanziato 40 milioni di euro, che presto arriveranno in Conferenza unificata per la distribuzione, dal momento che - ha spiegato il ministro Carfagna - "saranno le Regioni a gestirli, attraverso bandi pubblici".

Nello specifico, prevede 10 milioni che saranno destinati a "incentivare i nidi familiari attraverso l'esperienza delle tagesmutter", le cosiddette "mamme di giorno", che ospitano a pagamento i bambini in casa loro.

Altri 4 milioni serviranno a realizzare in ogni comune, ha spiegato Carfagna, "elenchi e albi di baby sitter e badanti, italiane e straniere, appositamente formate e accreditate". Il piano prevede inoltre 12 milioni di euro per voucher e buoni lavoro destinati all'occupazione femminile, 6 milioni per il sostegno diretto alle cooperative senza scopo di lucro che si occupano di favorire la conciliazione dei tempi tra lavoro e famiglia, 4 milioni per il telelavoro (in particolare per favorire l'acquisto di software e computer), 4 milioni per l'aggiornamento delle donne che hanno preso congedi parentali o che sono rimaste a casa per assistere un anziano o una persona non autosufficiente, allo scopo di aiutarle nel reinserimento nel mercato del lavoro.

Scarica il Programma di azioni per l'inclusione delle donne nel mercato del lavoro

Vai al forum per discutere con altre mamme