Parlare

Bambini: il continuo rumore della tv ostacola l'apprendimento di nuove parole

Di Niccolò De Rosa
cpww1x
25 Luglio 2016
Uno studio della Wisconsin-Madison University afferma che i bebè sottoposti a continui suoni di sottofondo causati dalla TV sempre accesa, hanno più difficoltà ad apprendere nuovi vocaboli.
Facebook Twitter Google Plus More

 La ricerca dell'Università del Wisconsin-Madison, pubblicata anche sulla rivista Child Development, consiglia fortemente di spegnere radio e TV quando si parla con i propri piccoli: il continuo rumore di sottofondo infatti, ostacolerebbe notevolmente l'apprendimento di nuove parole, nonché lo sviluppo del linguaggio. (Leggi tutto sullo sviluppo del linguaggio dei bimbi da 0 a 3 anni)

 

Per giungere a questa conclusione, il team di ricercatori coordinati da Brianna McMillan e Jenny Saffran, hanno approntato un ciclo di tre esperimenti su 106 bambini dai 22 ai 30 mesi di età.

 

L'ESPERIMENTO

I soggetti più piccoli, appartenenti alla fascia tra i 22 e i 24 mesi di vita, sono stati sottoposti all'apprendimento di nuove parole in ambienti diversi (uno rumoroso, l'altro più silenzioso): i bebè che erano stati inseriti in un contesto più tranquillo mostravano i risultati migliori.

Il secondo esperimento, molto simile, si è occupato di soggetti più grandicelli (28-30 mesi), così da capire se la crescita producesse una reazione migliore ai rumori di sottofondo. I risultati però non sono mutati.

 

I restanti 26 bimbi, ancora più grandi, sono stati messi alla prova con l'obiettivo di imparare due nuove parole, entrambe associate a due che già conoscevano, prima in un ambiente calmo e poi in uno rumoroso. È emerso che i piccoli riuscivano a imparare le nuove parole e il loro significato solo in un ambiente privo di grosse interferenze acustiche.

 

«Le case moderne sono piene di distrazioni rumorose, quali TV, radio, e gente che parla, che potrebbero influenzare il modo in cui i bambini imparano le parole da molto piccoli - ha notato la  McMillan - lo studio suggerisce che gli adulti dovrebbero essere consapevoli della quantità di rumori di sottofondo nell'ambiente quando stanno interagendo con i bambini»

 

FONTE: Eurekalert.com, Sceince Daily