La storia

La straordinaria infanzia di Tippi tra leopardi e elefanti

tippi_leopardo
14 Novembre 2008
La 'piccola Mowgli': così la stampa internazionale ha ribattezzato la bambina francese (ora diciottenne) che con i genitori, due fotoreporter innamorati dell’Africa, trascorse i suoi primi 10 anni viaggiando tra il Botswana, la Namibia e il Sud Africa. Un libro di foto racconta la sua infanzia 'selvaggia'.
Facebook Twitter Google Plus More

Quando era una bambina suo fratello era un elefante, il suo migliore amico un leopardo e il suo campo giochi il deserto dell’Africa. Lei è Tippi Degré, la bambina francese (ora diciottenne) che con i genitori, due fotoreporter (Sylvie Robert e Alain Degre) innamorati dell’Africa e dei safari, trascorse i suoi primi 10 anni viaggiando su una 4x4 tra il Botswana, la Namibia e il Sud Africa.In questi giorni la stampa inglese ne parla perché è stato pubblicato “Tippi: My Book of Africa” (già stampato negli anni scorsi in Italia dalla casa editrice White Star col titolo “Tippi, la mia vita in Africa”), libro fotografico che racconta l'infanzia selvaggia della bambina, ribattezzata dai giornali “piccola Mogwli” dal protagonista del Libro della giungla dello scrittore inglese Rudyard Kipling. Nelle foto (GUARDA LA FOTOGALLERY) si vede la piccola Tippi giocare con un leopardo, bere il latte vicino agli elefanti oppure cavalcare uno struzz: “E' stato davvero magico poter vivere liberi nella natura con questa bambina – ha dichiarato al Daily Telegraph Silvie, la madre di Tippi, che è anche l’autrice del libro -. E' stata una bambina molto fortunata. Vivevamo solo noi tre assieme a tanti animali e a così pochi esseri umani”. Sylvie racconta che Tippi non ha mai avuto paura dei leoni e dei leopardi. Nemmeno quando ha incontrato per la prima volta Abu l'Africano, il grande elefante considerato come uno dei re della foresta, ha mostrato timore. “Non capiva che lei non aveva la stessa stazza dell'elefante Abu. Lo guardava semplicemente negli occhi e gli parlava”. Una delle foto che la mamma di Tippi ama di più è quella in cui si vede la piccola Tippi giocare assieme a Mufasa, un cucciolo di leone che succhia il suo pollice: “L'anno dopo lo rivedemmo ed era diventato enorme. Appena vide Tippi le si avvicinò e amichevolmente la sfiorò con la coda, proprio come fa un gatto, facendola quasi cadere a terra. Dovetti tirarla via e non fu facile”I genitori di Tippi dicono di essere stati sempre attenti alla sicurezza della figlia. “Se avevo anche la minima percezione di rischio non lasciavo Tippi in mezzo agli animali. E’ stata morsa solo una volta sul naso da un piccolo felino (un meerkat)”.Tippi che è nata in Namibia, ora ha 18 anni e studia cinema all'Università di Parigi “Sorbonne Nouvelle”. “La sua storia è come quella di Mowgli, con una differenza: che è vera”, ha detto. E ha concluso: “Non ho rimpianti. Abbiamo vissuto con i meerkat nel deserto del Kalahari per sei anni prima che Tippi nascesse. E’ stato fantastico poter offrire tutto questo a un bambino rispetto a quello che avremmo potuto offrirle se avessimo deciso di vivere in città”.