Psiche bimbi

Capricci serali

bambino_piangere
13 Ottobre 2009
Molte mamme quando tornano dal lavoro vengono accolte con dispetti, calci, morsi e crisi di nervi senza motivo. Che cosa possono fare? I consigli della psicologa infantile.
Facebook Twitter Google Plus More

Il bambino che si comporta così, di solito lo fa per esprimere il disagio di separarsi dalla mamma quando lei va al lavoro.

Che fare? “La mamma deve sopportare e non reagire – spiega Alessandra Natale, psicologa del centro per lo sviluppo e il sostegno dei minori Metamorfosi di Milano -. Il bambino è arrabbiato perché è stato lasciato solo, all’asilo, dai nonni o con la tata e alla sera, quando rivede la madre, anziché correrle al collo felice fa esplodere contro di lei la sua rabbia.

E’ un comportamento normale e abbastanza diffuso. L’importante è che la mamma non si agiti, aumenterebbe l’ansia del bambino. Meglio lasciare che il piccolo si sfoghi”.

L’unico intervento che la dottoressa consiglia è dire a vostro figlio, possibilmente insieme al padre, con parole dolci ma ferme e decise: “Lo so che sei arrabbiato con me, ma così mi fai male, fai male alla mamma e devi smettere”.

E’ invece inutile dilungarsi in spiegazioni sul perché la mamma deve per forza andare al lavoro. In età prescolare è molto meglio far arrivare al bambino un messaggio solo, ma forte e chiaro, in modo da non creare confusione.

Leggi anche: Voglio (sempre) la mamma! e i consigli di Adriana Cantisani (tata Adriana di SOS tata) sui capricci ai lettori di nostrofiglio.it: Fa i capricci? Tu mantieni la calma, Sos capricci a tre anni, Sos pianti e capricci, Sos all'asilo troppo monello, Sos bambini dispettoso