Psicologia

I bambini che hanno un rapporto stretto con i genitori sono più socievoli. Ecco perché

famiglia-felice
24 Giugno 2014
Essere socievoli per tutta la vita? Dipende dal rapporto che si ha con mamma e papà. Se i legami familiari sono forti, saranno più facili le relazioni dei bambini con i coetanei. E' quanto emerge da una ricerca dell'università dell'Illinois.
Facebook Twitter More

Alcuni bambini sono timidi e fanno più fatica a fare amicizia con i loro coetanei: magari al parchetto parlano poco, non si avvicinano a bimbi che non conoscono, preferiscono giocare per conto loro. Invece altri si tuffano nelle situazioni più differenti, senza vergognarsi, socializzando senza problemi. Sembra non abbiano problemi a relazionarsi.

Come mai? Perché alcuni bambini sono più socievoli di altri? Il motivo potrebbe essere il rapporto che questi piccoli hanno con i loro genitori. Questo infatti è quanto emerge da una ricerca dell'università dell'Illinois, pubblicata sulla rivista scientifica "Developmental Psychology".

Quando un bambino ha un legame solido con i propri genitori farà meno fatica a rapportarsi con i coetanei. Infatti i rapporti solidi che hanno sviluppato a casa li rendono più sicuri nei rapporti anche fuori. "Chi ha fatto già esperienza di un rapporto sicuro è portato a sperimentarlo di nuovo con qualcun altro e si dimostra più pronto a ricevere stimoli" dice Nancy McElwain, tra gli autori della ricerca.

Per due anni e nove mesi i genitori di 114 bambini di quasi tre anni hanno riportato su un diario il loro comportamento, incluse le loro paure e la tendenza ad arrabbiarsi.

I bambini più socievoli erano proprio quelli che avevano un rapporto più solido con i propri genitori. Proprio questi piccoli dopo sei mesi dall'inizio della ricerca avevo già degli amichetti con cui giocare e già al primo incontro si erano "lasciati andare" con i coetanei. (LEGGI ANCHE COME CRESCERE FIGLI DEFICIENTI, DEBOSCIATI E ASOCIALI)

Continuando a studiare una volta al mese le relazioni tra piccoli e genitori alla fine della ricerca, è emerso che il gruppo dei bimbi più socievoli è più capace di adattarsi alle situazioni, questi bambini sono più empatici: per esempio, quando il compagno di giochi si mostrava arrabbiato o triste, riuscivano a capire la situazione. (Leggi anche: i bambini gentili sono più popolari)

Articoli correlati: