Bambini ed emozioni

I bambini piccoli capiscono le emozioni degli adulti (già a 15 mesi)

emozioni
05 Novembre 2014
Lo studio fatto da ricercatori americani di Seattle dimostra quanto i piccoli siano sensibili alle emozioni degli adulti: per questo è importante che i genitori trasmettano loro positività.
Facebook Twitter Google Plus More

Per un neonato è molto importante crescere in un ambiente sereno. Infatti un nuovo studio americano ha dimostrato come  già a 15 mesi i piccoli siano in grado non solo capire le emozioni degli adulti ma anche prevederle e agire di conseguenza. 

 

"I bambini sono spugne e imparano non solo dalle loro esperienze dirette, ma anche osservando le azioni degli altri. I bambini hanno una specie di radar emozionale abbastanza sorprendente" ha detto Andrew Meltzoff uno degli autori di questa ricerca e co-direttore della University of Washington Institute for Learning & Brain Sciences, a Seattle (Usa). 

 

L'esperimento

La squadra di Meltzoff ha condotto un esperimento in cui 150 bambini di 15 mesi, seduti in grembo ai genitori, dovevano guardare uno dei ricercatori che mostrava loro alcuni giochi da fare con degli oggetti che producevano dei suoni.

 

A un certo punto dell'esperimento  entrava nella stanza un'altra persona che si arrabbiava con il ricercatore per i giochi che faceva.

Poi i bambini sono stati lasciati liberi di usare questi oggetti. E si è visto che i piccoli si comportavano diversamente a seconda che la persona "arrabbiata" fosse nella stanza o meno.

Cioè, quando la persona arrabbiata non c'era i piccoli prendevano velocemente i giochi e li usavano esattamente come aveva mostrato loro il ricercatore.

Quando, invece, la persona "arrabbiata" era nella stanza e li guardava, anche se in modo neutro, senza mostrare rabbia, i piccoli comunque aspettavano circa quattro secondi prima di prendere i giochi. E non tutti replicavano i giochi che aveva mostrato loro il ricercatore.

 

"I bambini trattavano questa persona come fosse arrabbiata e infastidita per i giochi, anche se in quel momento non mostrava segni di rabbia. Questo dimostra che i bambini già a 15 mesi ricordano la storia emotiva di una persona."

Leggi anche: I bambini imparano a parlare leggendo le labbra

 

I genitori sempre arrabbiati crescono bambini aggressivi

Se i bambini sono così sensibili alle emozioni delle persone che li circondano, significa che è davvero importante farli crescere in un ambiente il più possibile sereno.

"E' naturale che i genitori mostrino una varietà di emozioni davanti ai figli, anche negative, ma se uno mostra costantemente la rabbia, poi un bambino impara che le persone sono in genere arrabbiate, e che il mondo è un posto ostile. I bambini che crescono circondati da rabbia perpetua sviluppano la tendenza a prevedere che tutti intorno a loro siano arrabbiati e ostili con loro. E a loro volta rischiano di aumentare i propri comportamenti aggressivi entrando in un circolo vizioso malsano" dice Meltzoff.

Leggi anche: Un bimbo sereno e amato, dunque più intelligente

e Come gestire la rabbia dei bambini, 9 consigli infallibili

 

Un carattere impulsivo può essere individuato ed eventualmente corretto già nei bambini piccoli

Inoltre i ricercatori hanno misurato l'impulsività dei bambini. Secondo un questionario a cui sono stati sottoposti i genitori si è visto che i bambini più impulsivi facevano quello che aveva mostrato loro il ricercatore, anche quando la persona "arrabbiata" li guardava. ​ 


"Abbiamo trovato una grande variazione tra i più piccoli. Alcuni avevano un eccellente autocontrollo, altri erano un po' più impulsivo e non riuscivano a controllare l'impulso di fare quello che gli aveva mostrato il ricercatore, pur rischiando di far arrabbiare l'altra persona" ha detto Meltzoff. 

 

Questo studio è si è quindi rivelato utile anche per capire lo sviluppo dell'autocontrollo nei bambini. Autocontrollo significa, tra le altre cose,  miglior rendimento scolastico e facilità nelle relazioni sociali.
E questo studio sembra suggerire che i bambini impulsivi già così piccoli potrebbero aver bisogno di aiuto per imparare l'autocontrollo.
E infatti il team di Meltzoff è pronto a  fare un altro studio per vedere se il comportamento impulsivo  dei bambini di 15 mesi può già predire il loro rendimento scolastico.

Leggi anche: Educare all'ascolto e all'attenzione i bimbi della scuola materna