Bambini e sport

10 dritte per abituare i bambini all'esercizio fisico

Di Federica Baroni
bambinisport.600
22 marzo 2018
I bambini per stare in salute e crescere bene devono muoversi tanto. E l'esercizio fisico deve diventare una buona abitudine quotidiana. Ecco 10 consigli tratti da sito americano WebMd.

Per i bambini l'esercizio fisico è fondamentale. Non solo per prevenire problemi di sovrappeso, pericolosi per la salute, ma anche perché stimolando l'attività motoria si favorisce il loro sviluppo cognitivo.

 

 

 

Esercizio fisico non vuol dire però mandarli in palestra tutti i giorni.

 

Va benissimo iscriverli a un corso sportivo, da fare una o due volte alla settimana (in base all'età), ma soprattutto l'attività fisica deve diventare parte della loro quotidianità, senza sforzi e senza costrizioni.

 

Vediamo alcuni consigli tratti dal sito americano WebMd.

 

 

1. Spostatevi il più possibile a piedi o in bicicletta

 

Cercate di usare la macchina il meno possibile.

 

Ad esempio, il movimento fa benissimo all'apprendimento e muoversi un po' prima della scuola è utilissimo per migliorare l'attenzione in classe, ecco perché sarebbe bene andare a scuola a piedi o in bicicletta, magari trovandosi con altri genitori lungo il percorso, così da risultare anche divertente.

 

 

2. Un'ora al giorno

 


I bambini dovrebbero muoversi almeno un'ora al giorno compiendo un mix di attività in modo da: far lavorare il cuore (come una camminata veloce), far lavorare i muscoli (come le flessioni), rinforzare le ossa (come saltare la corda)

 

Quest'ora può essere divisa nel corso della giornata.

 

Proponetegli una passeggiata dopo la scuola, regalategli una corda da saltare al parchetto con gli amici, fateli giocare a mimare gli animali (es. camminare come una rana, a quattro zampe...)

 

 

3. Provate con un contapassi

 


I bambini amano i gadget. Un contatore di passi può motivarli a muoversi di più. Prendetene uno per tutti i membri della famiglia e inventatevi delle garette... Tipo: a fine giornata vince chi si è mosso di più.

 

 

4. Giochi ginnici

 

Tenete in casa un po' di giochi che stimolano il movimento: la corda da saltare, come abbiamo già detto, un pallone gonfiabile che si può usare anche in casa, un hula hoop... e tirateli fuori non appena i bambini sembrano annoiati.

 

 

5. Nel week end organizzate attività all'aperto

 

Paco giochi, biciclettata, pic nic con gli amici... Tutto va bene purché stimoli il movimento all'aria aperta. Tempo permettendo, ovviamente.

 

 

 

 

6. Lasciate che scelgano lo sport che più gli piace

 

Aikido, danza, tennis, calcio, ginnastica artistica, yoga... l'importante è che piaccia a loro e che ci vadano volentieri. A quest'età lo sport deve essere soprattutto un gioco, un divertimento e non deve risultare competitivo.

 

E se il vostro bambino si scoraggia perché fa fatica, sostenetelo e incoraggiatelo, potrebbe non essere l'attività giusta per lui.

 

 

 

 

7. Muoversi è divertente!

 

Prendete il vostro piccolo per mano e andate a saltare in un mucchio di foglie. Piantate dei tulipani, fate un pupazzo di neve, raccogliete sassolini...

 

E' fondamentale rendere l'esercizio fisico come qualcosa di divertente e parte integrante della vita quotidiana. Non deve essere un obbligo.

 

 

8. Date l'esempio

 


Se volete che i vostri figli facciano movimento, date anche voi il buon esempio: se vi vedono fare sport, anche solo un'oretta di jogging al parco, gli state dimostrando che lo sport è una parte importante della vita e che può essere divertente. Trovate anche voi un'attività che vi piaccia e condividetela con i vostri figli.

 

 

9. Inventate qualche trucchetto

 

Ad esempio, quando andate al centro commerciale, parcheggiate lontano dall'ingresso. Prendete le scale al posto dell'ascensore. Andate alla fermata della metro più lontana... non lasciatevi sfuggire le occasioni per camminare, correre, saltare e giocare con i vostri bimbi. L'attività fisica deve diventare per loro (e per voi) un'abitudine quotidiana.

 

 

10. Appassionato di video giochi? Sì a quelli di movimento

 

I vostri piccoli vi chiedono sempre di poter giocare ai videogiochi?

 

Ogni tanto potete concederglieli, ma preferite quelli sportivi che utilizzano sensori di movimento.

 

I bambini che si muovono quando giocano a questi videogiochi attivi bruciano fino al 200% in più di energia rispetto a quando giocano con quelli seduti.

 

Ma è comunque bene limitare il più possibile il tempo davanti a uno schermo.