Autismo

Autismo: attivo il Telefono Blu per aiutare le famiglie ad un approccio consapevole

Di Niccolò De Rosa
autismo
25 Luglio 2016
Istituito un numero verde per sostenere le famiglie colpite da casi di autismo: informazione e ascolto per combattere l'abbandono sociale e ciarlatani da web.
Facebook Twitter Google Plus More

L'autismo è un disturbo che spesso isola non solo chi ce l'ha, ma anche le persone intorno a lui, troppo spesso abbandonate dalle istituzioni e prive di punti di riferimento cui orientare il trattamento di una condizione così particolare.

 

A questo proposito l'ANGSA, Associazione Nazionale Genitori di Soggetti Autistici ha attivato Telefono Blu Autismo, un'iniziativa per «venire incontro alle problematiche che vivono le famiglie con soggetti autistici ma anche destinato ad insegnati e operatori sociali».

 

Chiamando al numero verde 800 031819 (attivo tutte le mattine nei giorni feriali dalle ore 9.30 alle ore 13), le famiglie potranno rivolgersi ad un esperto in grado di «consigliare indicazioni utili e scientificamente corrette» riguardo i molteplici problemi che chiunque abbia a che fare con un soggetto autistico deve affrontare, dalle terapie più adatte fino alle difficoltà del quotidiano.

 

L'operazione si è mostrata necessaria per trarre le famiglie dalla palude di disinformazione e false soluzioni che la modernità (siti Internet in primis) propone:

 

«Le famiglie chiamano perché si sentono abbandonate - spiega Filippo Fortini, farmacista e  operatore del servizio - ma è successo anche che ci chiedessero una diagnosi per il proprio figlio, magari sulla base di un comportamento. Non manca chi segnala che ha incontrato qualche sedicente esperto che ha consigliato qualche teoria strampalata, ovviamente carissima».

 

 

Il progetto già dopo i primi mesi, sta decollando e la FIA (Fondazione Italiana per l'Autismo), in merito al da farsi per l'anno prossimo, ha già raccolto 277  proposte (il 24% delle quali riguardano l’ambito della ricerca, il 30,7% la scuola e il 44,8% l’ambito del sociale), le quali verranno vagliate dai Comitati Scientifici di Fia e saranno oggetto della prossima raccolta fondi del 2017.

 

SI DEVE FARE DI PIÙ

La strada sembra quella giusta, ma il cammino è ancora lungo e tortuoso.

Carlo Hanau, membro del comitato scientifico dell'Angsa, ha spiegato all'Ansa che in Italia ci sono circa 50mila diagnosi di autismo, con 2,5 miliardi di euro spesi ogni anno.

«Spendiamo di più degli altri. Gli Usa spendono la metà, ma con risultati migliori».

 

Punto cruciale potrebbe essere l'inserimento dell'autismo nei nuovi LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), ma per alcune associazioni ciò non potrebbe bastare.

 

FONTE: Ansa, FIA,