AUTISMO

Autismo, ecco tutto quello che c'è da sapere

Di Alice Dutto
autismo
02 Aprile 2019
Che cos'è l'autismo, quali sono le sue cause e i suoi sintomi. C'è una correlazione tra autismo e vaccini? Facciamo chiarezza su tutti questi punti nel nostro speciale
Facebook Twitter More

Che cosa si intende quando si parla di autismo? E quali sono i sintomi e le cause? È possibile fare una diagnosi precoce per individuare l'autismo infantile ed è vero che c'è una correlazione con i vaccini? A queste e altre domande vogliamo rispondere in questo speciale dove abbiamo raccolto i nostri articoli più importanti sul tema.

 

CHE COS'È L'AUTISMO

“L'autismo è un disturbo generalizzato dello sviluppo di origine genetica con una forte interazione ambientale. Non è una malattia nel senso classico del termine, perché non è possibile curare l'autismo. Tuttavia, è possibile prendersene cura con interventi psico-educativi strutturati che portano all'abilitazione e al miglioramento della qualità della vita sia dei bambini che degli adulti autistici, ma anche dei loro genitori o dei loro familiari”. Questa è la definizione di autismo che ci ha dato Lucio Moderato, psicologo e psicoterapeuta, Direttore Servizi Diurni e Territoriali “Fondazione Istituto Sacra Famiglia” di Milano.


AUTISMO: I SINTOMI E SEGNALI 

La presenza dello “sguardo laterale”, e cioè la difficoltà di catturare lo sguardo di chi sta parlando; un movimento “a-finalistico”, cioè senza scopo apparente, di mani e piedi; e la ripetitività dell'esecuzione di alcune attività. Sono questi alcuni segnali, che non sono prove definitive, che devono però attirare l'attenzione dei genitori di bambini che hanno 2/3 anni circa.


Nel bambino si possono però vedere alcuni segnali precoci anche prima, verso i 10 mesi. Tra le altre cose, a quest'età si notano alterazioni motorie, ma anche l'assenza del sorriso o nella risposta al proprio nome e ha una lallazione differente.

 

 

AUTISMO: LE CAUSE


Le cause del Disturbo Autistico non sono ancora chiari. Gli esperti, però, convengono che sia il risultato di diversi fattori, ambientali e genetici. “Semplificando, posso dire che è stato dimostrato che una combinazione particolare di 7 geni determina una predisposizione al Disturbo Autistico. Sottolineo che predisposizione non significa manifestazione certa del disturbo”, commenta Moderato.
Di recente, uno studio ha evidenziato come una delle possibili cause sia l'assunzione di antidepressivi in gravidanza, in particolare se utilizzati durante gli ultimi due trimestri di gravidanza.
 

LA DIAGNOSI DI AUTISMO

Non è sicuramente semplice procedere a una diagnosi di questo disturbo, perché non esistono test o esami strumentali per diagnosticare questo disturbo. La diagnosi è dunque clinica e si basa sull'osservazione di alcune caratteristiche del bambino. Una cosa, però, è sempre vera: prima si fa la diagnosi, meglio è, perché si può intervenire prima e ridurre i sintomi facilitando la crescita del piccolo.

Negli ultimi tempi si parla anche di diagnosi precoce, entro i 3 anni del bambino, e precocissima, che si fa qualche giorno dopo la nascita, ma che è ancora in fase sperimentale.

Tra l'altro, secondo un recente studio, la diagnosi di un disturbo dello spettro autistico avviene più tardi per le bambine rispetto ai maschi, perché i sintomi sono meno evidenti.

 

AUTISMO E VACCINI


Dieci falsi miti sui vaccini sfatati dalla Società italiana di pediatria: no, nei vaccini non ci sono additivi pericolosi ed è importante farli perché le malattie infettive non stanno sparendo, anche se non hanno un'efficacia del 100%. In più, come ricorda l'Oms, non c'è alcuna prova scientifica di una correlazione tra vaccini e autismo.

 

AUTISMO: LE CURE


Dall'autismo non si guarisce, ci sono però dei modi per ridurre i sintomi e favorire lo sviluppo del bambino, rendendo “compatibile l'autismo con le sfide quotidiane della vita” dice Lucio Moderato.
La musicoterapia, così come lo sport e l'interazione con gli animali domestici, hanno effetti benefici. Secondo uno studio americano, poi, un ruolo molto importante può essere svolto dai papà che si prendono cura dei figli autistici nel loro sviluppo, un elemento che è di supporto anche alle madri, che spesso sono soggette a stress e depressione.
 

 

SINDROME DI ASPERGER

Un disturbo dello spettro autistico, detto “ad alto funzionamento”, è la sindrome di Asperger. I bambini che ne sono colpiti mantengono ottime capacità intellettive e non hanno problemi di linguaggio, ma grandi difficoltà a relazionarsi con gli altri. “In ambito specialistico non è ancora stato chiarito se le forme di autismo meno gravi si possano far coincidere o no con la sindrome”.