Febbre

Bambini: convulsioni durante la febbre, cosa fare

Di Valentina Murelli
convulsionifebbrili
29 Marzo 2016 | Aggiornato il 14 Ottobre 2016
Le cosiddette "convulsioni febbrili" o convulsioni benigne in corso di febbre si manifestano con perdita di coscienza e scosse dei muscoli, che possono anche irrigidirsi o, al contrario, rilasciarsi, e durano al massimo 10-15 minuti. Le crisi lasciano il piccolo affaticato e assonnato, ma non hanno conseguenze a lungo termine. Ecco qualche informazione in più sulle convulsioni in corso di febbre.
Facebook Twitter Google Plus More

Se la febbre fa tanta paura, una delle ragioni è che si crede possa scatenare le ancora più temute convulsioni. Eppure non è così che stanno le cose.

 

Le cosiddette "convulsioni febbrili" o convulsioni benigne in corso di febbre si manifestano con perdita di coscienza e scosse dei muscoli, che possono anche irrigidirsi o, al contrario, rilasciarsi, e durano al massimo 10-15 minuti.

 

Sono piuttosto frequenti: le sperimentano circa 4 bambini su 100 tra sei mesi e sei anni e nel 20-30% dei casi il fenomeno può ripetersi. Le crisi lasciano il piccolo affaticato e assonnato, ma non hanno conseguenze a lungo termine.

 

"La febbre di per sé non c'entra nulla con l'insorgenza delle convulsioni che, in soggetti predisposti dal punto di vista genetico, rappresentano invece una particolare risposta dell'organismo alla presenza di un'infezione" spiega Maurizio de Martino.

 

In altre parole è la causa stessa della febbre - cioè l'infezione - a provocare anche le convulsioni.

 

Ma cosa fare, se capitano?

 

"La prima volta che si verificano bisogna portare il bambino al pronto soccorso" afferma de Martino.

 

"Questo perché se è vero che di solito la causa è quella appena descritta, in rari casi le convulsioni potrebbero essere una manifestazione di meningite o encefalite". Se si tratta "solo" di convulsioni benigne non occorre fare nulla di particolare: lo affermano anche le Linee guida della Lega italiana contro l'epilessia per la gestione delle convulsioni febbrili. Al massimo, dopo un primo episodio può essere utile tenere in casa dei microclisteri di diazepam, da somministrare in caso di crisi successive, se queste non si risolvono da sole nel giro di due-tre minuti.

 

Guarda anche il video sulle convulsioni febbrili con i consigli del pediatra Luzzana