salute

Fase 2: come e quando usare le mascherine nei bambini

Di Sara Sirtori
mascherine-bambini
16 aprile 2020 | Aggiornato il 7 maggio 2020
E' obbligatorio anche per i bambini l'uso di mascherine? Con la graduale ripresa delle attività e la scomparsa del lockdown, ecco le indicazioni in merito all'utilizzo di mascherine per la sicurezza dei bambini.

 

Mascherine e bambini: le indicazioni dei pediatri

 

In questo periodo in cui l'emergenza Coronavirus ha stravolto le nostre abitudini, sono tante le domande che ci poniamo.

Entrati nella Fase 2, quella in cui gradualmente potremo riprendere a uscire ci chiediamo: dobbiamo usare le mascherine e guanti? Dovranno usare le mascherine anche i bambini?

Ecco le indicazioni dei pediatri su come usare le mascherine sui bambini.

Indice:

Indice

Ascolta il nostro podcast con le informazioni sulla Fase 2, mascherine e bambini e le risposte di Adima Lamborghini, pediatra di famiglia a Silvi (Teramo) e membro del centro studi della Federazione italiana medici pediatri.

 

Fase 2: l'utilizzo delle mascherine nei bambini

 

Mascherina obbligatoria sopra i 6 anni

Secondo la nuova ordinanza prevista con l'inizio della Fase 2, a partire dal 4 maggio,  la mascherina è obbligatoria per i bambini dai sei anni in su.

 

Abbiamo intervistato Adima Lamborghini, pediatra di famiglia a Silvi (Teramo) e membro del Centro Studi della Federazione Italiana Medici Pediatri, in merito all'uso delle mascherine per i bambini, che ci spiega:

 

"Da quando è iniziata la Fase 2, i genitori si chiedono come comportarsi con i loro bambini relativamente all'utilizzo della mascherina. Ricordiamo che l'ordinanza impone l'utilizzo della mascherina a tutti i bambini al di sopra dei 6 anni quando si trovino a frequentare dei luoghi aperti al pubblico chiusi, dove sia molto più difficile mantenere la distanza di sicurezza, che deve essere di almeno 1 metro".

 

Perché dai 6 anni?

 

"Perché al di sotto di questa età,  è molto difficile che un bambino riesca a indossare correttamente la mascherina, elemento che è fondamentale per la sua efficacia. Se la mascherina viene toccata, all'interno o all'esterno o non viene mantenuta aderente sui bordi, si rischia di renderla non solo inefficace, ma anche più rischiosa e può diventare essa stessa un elemento di diffusione dell'infezione".

 

Servono o meno le mascherine? E quali tipo di mascherine utilizzare?

 

"Le mascherine sicuramente servono, soprattutto quelle certificate perché evitano la diffusione delle minuscole goccioline attraverso le quali il virus si diffonde nell'ambiente.
E' molto difficile reperire delle mascherine di tipo chirurgico adatte per il bambino, perché come dicevo la mascherina deve adattarsi perfettamente al viso, non deve  lasciare degli spazi liberi né lateralmente né superiormente. E allora bisogna ricorrere a delle mascherine create appositamente per loro e bisogna che siano della misura adatta".

 

Possono essere utili le mascherine fatte in casa?

 

"Non sono consigliate, ma in mancanza d'altro possono essere utilizzati anche questo tipo di dispositivi, ma devono essere costruite in maniera da abbinare tra loro tessuti diversi che hanno delle capacità di filtrazione molto diverse tra loro.  Inoltre, le mascherine devono essere maneggiate accuratamente, bisogna lavarsi le mani prima e dopo il loro utilizzo e soprattutto devono essere smaltite in maniera corretta nei rifiuti indifferenziati".

 

Le mascherine possono essere riutilizzate?

 

"Quelle fatte in casa possono essere lavate e disinfettate prima con sapone e poi con un disinfettante come ad esempio la varechina opportunamente diluita, ma avendo l'accortezza di risciacquarle molto bene per evitare che il bambino respiri i vapori che rimangono dall'eventuale residuo di cloro all'interno della mascherina stessa.

Tutti gli altri dispositivi, a meno che non sia effettivamente prevista la possibilità del loro riutilizzo, sono comunque dei dispositivi a perdere, e hanno una durata durante la quale possono essere utilizzati che normalmente è tra le 4 e le 6 ore, al termine delle quali termina la loro capacità filtrante e perdono di efficacia, ed è quindi del tutto inutile il loro posizionamento".

 

Quando dotare i bambini di mascherine

 

Per essere protettiva e sicura, la mascherina deve coprire bene naso e bocca e raccordarsi all'orecchio. Prima di indossare la mascherina bisogna lavarsi bene le mani, per almeno 20 secondi. Non vanno indossate quando si mangia o si beve.

Vanno tolte rimuovendo prima il raccordo dietro le orecchie e poi sul davanti. In casa, se non ci sono malati, le mascherine non sono necessarie, così come se un bambino è all'aria aperta a giocare da solo in un giardino privato.

La mascherina va indossata invece in luoghi in cui i bambini potrebbero avere difficoltà a rispettare una distanza di sicurezza, come in farmacia, nei negozi o dal dottore.

 

Quali mascherine usare

 

Vanno benissimo le mascherine chirurgiche

Per gli adulti le dimensioni di una mascherina sono circa 15cm x 30cm mentre per un bambino sono di 12×25 cm in media. In ogni caso va considerata l'età e bisogna essere sicuri che la mascherina deve aderire bene al volto del piccolo e coprire in sicurezza bocca e naso.

Vanno usate le mascherine chirurgiche, ma in assenza di mascherine monouso è possibile utilizzare delle coperture per il viso di stoffa o in altri materiali che rispettino le più recenti normative. Queste mascherine in stoffa trattengono le goccioline nel caso di una persona infettata e possono essere lavate a mano e igienizzate.

I pediatri raccomandano di non usare mascherine con filtro, a meno che non sia lo specialista a raccomandarlo i casi di malattie croniche o particolari situazioni, e lasciare questi dispositivi al personale sanitario e a chi assiste i malati. Data la difficoltà di reperire le mascherine vanno benissimo quelle chirurgiche o quelle per bambini in tessuto o monouso, che hanno anche simpatici disegni e stampe per invogliare i più piccoli ad usarle.

 

Quando la mascherina non va indossata

 

Niente mascherine al di sotto dei 2 anni di età

Le mascherine non vanno indossate:

  • nei bambini con meno di 2 anni;
  • nelle persone che hanno difficoltà repiratorie, o che non siano in grado di rimuovere da soli la mascherina (ad esempio i bambini disabili o che siano incoscienti);
  • se il bambino gioca in casa e non ci sono persone malate;

 

Come convincere ai bambini a indossare la mascherina

 

Ecco i consigli dei pediatri per convincere i bambini a usare la mascherina 

  • Insegniamo ai bambini più grandi come mettere bene la mascherina: facciamo vedere noi stessi come fare e poi ripetiamo loro di farlo da soli finché non saranno in grado di indossarla da soli
  • Ai bambini più piccoli bisognerà, invece, mettere la mascherina allacciando bene i laccetti dietro la testa e assicurandosi di coprire naso e bocca: la mascherina deve aderire bene al volto;
  • Complimentiamoci con i bambini quando riescono a mettere la mascherina da soli nel modo giusto;
  • Spieghiamo loro perché dobbiamo uscire necessariamente indossando questo dispositivo, e ribadiamo quali sono le principali norme utili a prevenire il contagio del virus, primo fra tutti lavarsi le mani più volte durante la giornata nel modo giusto, ma anche come mantenere la distanza di sicurezza 
  • Diamo l'esempio facendo vedere ai bambini che laviamo le mani più volte e usiamo la mascherina quando andiamo a fare la spesa e dobbiamo uscire di casa.

 

 

Fonti per questo articolo:

 

Adima Lamborghini, pediatra di famiglia a Silvi (Teramo) e membro del Centro Studi della Federazione Italiana Medici Pediatri

Ospedale Bambini Gesù di Roma

ACP (Associazione culturale pediatri)

American Academy of Pediatrics (AAP)