Salute

Gli animali domestici possono proteggere i bambini dalle malattie

cane-bambino1
17 Ottobre 2012
Lo confermerebbe uno studio finlandese. I bambini che passano più tempo a contatto con cani e gatti si ammalerebbero di meno di otiti e malattie respiratorie rispetto a quelli che non hanno animali in casa.
Facebook Twitter More

La notizia, pubblicata su Pediatrics, parte dallo studio condotto da un’équipe di ricercatori della Kuopio University Hospital in Finlandia (kuh.fi) che ha preso in esame 397 bambini finlandesi dalla nascita al primo anno di età.

Nello studio si è tenuto conto anche dei fattori che potrebbero aumentare il rischio di infezione come non essere stati allattati al seno, frequentare l’asilo nido, essere a contatto con fumatori, avere genitori con l’asma o fratelli più grandi in casa.

È stato chiesto ai genitori di annotare su un diario tutti gli episodi di febbre, tosse, otiti, raffreddori e qualsiasi altro sintomo respiratorio in questo periodo di tempo. La conclusione dello studio ha evidenziato che i bambini che vivevano a contatto con animali domestici hanno mostrato una riduzione del 30% di disturbi come tosse, respiro sibilante e rinite e, addirittura, una riduzione del 50% della possibiltà di contrarre infezioni alle orecchie, facendo un minore ricorso agli antibiotici.

Lo studio dice che, essere esposti alla polvere e a condizioni di “scarsa igiene”, aiuta il sistema immunitario. Vivere per più di sei ore al giorno a contatto con un cane avrebbe un effetto protettivo, perché attraverso la diversità microbica si favorisce l’innalzamento delle difese immunitarie, mentre diminuisce se l'animale rimane meno a contatto con il bambino o, se viene tenuto all'esterno dell'abitazione.

I ricercatori, inoltre, affermano anche che sono più “efficaci” i cani rispetto ai gatti, dal momento che questi ultimi sono più sedentari e puliti (rimangono più in casa).

Comunqe, il campo della ricerca è in continua evoluzione, precisano i ricercatori; gli studi evolvono molto rapidamente e, se è vero che l’esposizione precoce a germi aumenti le difese immunitarie, è altrettanto vero che i dati devono essere confermati da ulteriori approfondimenti.

Leggi anche:

Cane o gatto: quale scegliere?

Gravidanza: cane o gatto no problem

Test: siete una famiglia da acquario?

Dal forum: Animali e neonati