Sonno

Torna l'ora legale, come abituare i bambini

oralegale
25 Marzo 2019
Alle 2 di notte del 31 marzo scatta l'ora legale, che resterà in vigore per sette mesi. Sonnolenza, irritabilità, malumore: sono circa 250mila i bimbi italiani che ne soffriranno questo fine settimana, a causa del cambiamento. Ecco qualche trucco per abituare i bambini (e gli adulti) al nuovo orario.
Facebook Twitter More

Ma quest'anno tornerà l'ora legale? Se ve lo state chiedendo, la risposta è sì, anche quest'anno tornerà.

 

ora legale
Torna l'ora legale. Nella notte tra sabato 31 marzo e domenica 1 aprile torna l'ora legale. Alle 2 di mattina bisognerà spostare le lancette avanti di un'ora, alle 3. | shutterstock

Nella notte tra sabato 31 marzo e domenica 1 aprile torna l'ora legale. Alle 2 di mattina bisognerà infatti spostare le lancette avanti di un'ora, alle 3. "Perdendo" quindi un'ora di sonno. Una piccola novità che rischia di mettere in crisi il riposo di tutti, in particolare quello dei più piccoli.

Cambio tra ora legale o solare: fino a quando?


Nei prossimi anni potrebbe non esistere più il cambio tra ora legale e ora solare. Lo scorso settembre 2018 il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha annunciato che il cambio tra ora solare e legale nel 2019 potrebbe essere uno degli ultimi.
E' stato questo infatti l'esito di una mega-consultazione che ha ricevuto 4,6 milioni di voti dai cittadini con ben l'80% favorevole ad abolire l'obbligo del doppio orario in Europa. A votare per non avere il doppio orario sono stati gran parte dei Paesi del Nord. Già nel 2019 verrò abolito lo spostamento delle lancette, ma ogni Paese potrà decidere autonomamente se adottare sempre l'ora solare o legale. Per decidere quale orario adottare c'è tempo fino ad aprile. Ma per dare via libera alla modifica occorre ancora l'approvazione (entro marzo) del Parlamento e del Consiglio europeo.

Come spiega ad Adnkronos Salute Italo Farnetani, Dell'Università di Milano Bicocca, sono circa 250mila i bambini italiani che rischieranno sonnolenza, malumori e irritabilità. Per loro infatti, questo nuovo orario avrà l'effetto di un viaggio "da Milano a Londra, con tutti i disturbi legati al jet lag. Ma anche gli adulti avranno dei problemi. In pratica l'orologio biologico di 60 milioni di italiani risulterà sballato".  I nuovi orari esporranno i piccoli e gli adulti a un rischio di insonnia notturna e sonnolenza di giorno.

 

Una "emergenza" che, secondo l'esperto, rientra nel giro di una settimana. 

 

Che cosa comporta l'ora legale nei bambini?

L'ora legale comporta tutti gli effetti di un mini jet-lag: 

  • irritabilità,
  • stanchezza,
  • malumori,
  • sonnolenza.

L'ora legale è più difficile da gestire perché, come spiega il sito Healthday, il corpo impiega più tempo ad adattarsi.

 

 

Come far abituare i bambini al cambiamento?

  • con esercizio fisico
  • spostando l'orario della nanna serale

Come spiega l'esperto, è inutile aspettare domenica sera, il momento della nanna. Meglio giocare d'anticipo. Per prima cosa domenica si può sfruttare il bel tempo e portare i bambini all'aria aperta. Fuori fanno più esercizio fisico, si stancano e il sonno arriva più facilmente. Oppure organizzare un pomeriggio a casa con gli amici: il gioco di gruppo fa lo stesso effetto.

 

 

Per aiutare poi il ritmo circadiano del bambino al nuovo orario, domenica bisognerà mandarlo a dormire un'ora dopo. Quindi, se è abituato ad andare a letto alle 21, lo manderemo alle 22. Ma a partire dal giorno dopo e per le tre sere successive, "scaleremo di volta in volta 20 minuti dall'orario in cui il piccolo va a letto" conclude il pediatra. Così mercoledì sera tornerà a riaddormentarsi alle 21 come nulla fosse accaduto.

 

E gli adulti che cosa possono fare per abituare il loro ritmo circadiano all'ora legale?

 

  1. Scegliere un momento per svegliarsi ed evitare di 'vacillare'.
  2. Uscire al mattino e esporsi alla luce naturale.
  3. Fare esercizio al mattino e non nelle due o tre ore prima di andare a dormire.
  4. Evitare alcol, telefoni cellulari e computer prima di andare a dormire.
  5. Tenere la camera da letto buia e silenziosa.
  6. Se ci si sveglia di notte, provare a fare qualcosa di rilassante che aiuta a addormentarsi.
  7. Secondo l'esperto Saul Rothenberg, del Northwell Health a Great Neck, con il cambio dell'orario è consigliabile non dormire di più la domenica mattina e resistere a un eventuale pisolino pomeridiano.

Quando tornerà l'ora solare?

E se l'ora solare già vi manca, tranquilli, non tarderà ad arrivare. 

Nella notte tra sabato e domenica 27 ottobre 2019, alle tre di notte le lancette torneranno indietro di un'ora e recupereremo l'ora di sonno "rubata" il 31 marzo.