Alimentazione

Bambini, non si mangia davanti alla Tv!

Di Nostrofiglio Redazione
Bambini-televisione-alimentazione.jpg.180x120
9 novembre 2012
La merenda davanti all’amato cartone? Assolutamente no, i bambini che mangiano guardando la tv lo fanno inconsapevolmente e senza controllo. Il rischio: crescere sovrappeso

I bambini che trascorrono troppo tempo davanti alla televisione sono portati a mangiare in modo incontrollato, bombardati da cartoni animati e spot sul cibo spazzatura, tanto da essere a rischio di sovrappeso e obesità.

 

A tal proposito, è stato condotto un nuovo studio, guidato dalla pediatra Catherine Birken presso l’Hospital for Sick Children di Toronto, in Canada, pubblicato sulla nota rivista Pediatrics. “Il rapporto tra tempo dedicato alla televisione e l’obesità è legato al fatto che si mangia di fronte allo schermo”, afferma la pediatra.

 

Visto che l’obesità oltreoceano è un problema sociale, su questo tema sono stati effettuati diversi studi, soprattutto riguardo ai bambini in età prescolare, ma i vari metodi adottati finora hanno avuto poco successo. Per questo, la Birken e il suo staff, ha deciso di effettuare la ricerca con un approccio pratico alla questione.

 

Leggi anche ll bambino sano mangia così e Bambini, mai saltare la colazione

 

Sono state monitorate 132 famiglie di bambini in età prescolare. I genitori sono stati reclutati in modo casuale, durante le varie visite di routine dai pediatri canadesi e divise in due gruppi: 64 famiglie sono state istruite dai medici sull’importanza di un’alimentazione sana e lontana dalla televisione; le rimanenti 68 sono state istruite sull’uso sicuro dei media, come internet e le conseguenze dei programmi violenti sui bambini.

 

Il risultato? Quando i bambini sono stati rivisti, per la valutazione un anno dopo, tra i due gruppi non c’era una sostanziale differenza di quantità di tempo trascorsa davanti allo schermo tv. Alla fine dello studio, i bambini di entrambi i gruppi avevano trascorso tra i 60 e i 65 minuti davanti a uno schermo nei giorni feriali e, durante il fine settimana, tra gli 80 e i 90 minuti. “Non siamo riusciti a ridurre i tempi davanti alla tv e non siamo riusciti a ridurre il peso di massa corporea. Ma, almeno, siamo riusciti a ridurre il numero dei pasti davanti allo schermo: circa due pasti in meno alla settimana”, conclude la Birken.

 

Leggi anche: I bambini sotto i due anni non dovrebbero guardare la televisione

 

Comunque, secondo la pediatra, un lato positivo c’è, perché se è vero che non sono state ridotte le ore davanti allo schermo, sicuramente si è riusciti a eliminare gli effetti malsani che produce mangiare inconsapevolmente davanti alla tv. Per la pediatra è fondamentale fare educazione alimentare a partire dai due anni d’età dei bambini, per creare uno stile di vita sano e senza danni per la salute.

 

Ti potrebbero interessare:

 

Troppo fast food fa male al cervello

 

A tavola: l'alimentazione del bambino dopo lo svezzamento

 

Sondaggio: bambini e tv

 

Chiedi consigli alle altre mamme! Entra nel forum - sezione Alimentazione