Nuovo studio

Bambini che vanno bene a scuola? Il linguaggio è importantissimo

linguaggio
18 Maggio 2018
Il linguaggio? Importantissimo per il futuro dei bambini. Grazie al linguaggio infatti si acquisiscono le competenze per esporre bene una lezione, parlare con i compagni, capire gli insegnamenti dei docenti. Per questo non va sottovalutato. Lo sostiene uno studio dell'Università di Washington.
Facebook Twitter More

Ti piacerebbe che i tuoi figli possano avere successo a scuola? Ma anche nella vita? Il linguaggio è importantissimo. Come la matematica e la letteratura.

 

Diversi studi dimostrano che più abilità i bimbi acquisiscono alla materna - per esempio nella matematica, nella lettura, ma anche nei rapporti sociali e nella cooperazione - più è probabile che nella vita abbiano successo nelle stesse materie.

Ora è giunto il momento di aggiungere anche il linguaggio a queste abilità da acquisire. Lo sostiene uno studio condotto dall'Università di Washington.

 

Un mix di vocabolario, grammatica, capacità dialettica: saper parlare bene è una competenza in grado di influenzare anche altre aree.

 

In altre parole il linguaggio supporta il successo accademico e sociale, come spiega Amy Pace, assistente professore del dipartimento di Scienze del Linguaggio e dell'Ascolto. "Molte ricerche si focalizzano sulla matematica, la scienza, la letteratura, ma non hanno considerato come anche il linguaggio possa giocare un ruolo importante", spiega la ricercatrice. "Ma è emerso che il linguaggio possa influenzare molto anche altre aree. Un bimbo che va bene in matematica per esempio? Parte del successo potrebbe essere dovuto anche alle sue forti competenze nei vocaboli matematici".

Lo studio è partito con lo scopo di capire quali abilità fossero importanti per predire il futuro successo di un bambino. Il linguaggio - l'abilità di imparare facilmente parole e metterle insieme in frasi di senso - ha avuto la meglio, spiega il co-autore dello studio Kathy Hirsh-Pasek.  

 

In questo studio, pubblicato online lo scorso 30 aprile nella rivista 

 Early Childhood Research Quarterly, Pace e i suoi colleghi hanno preso in esame più di 1200 bambini dal primo anno di materna in su.

 

La gente spesso confonde il linguaggio con la letteratura, spiega Pace. E la lettura comprende l'abilità di capire le combinazioni di lettere e suoni per pronunciare parole e di comprendere i significati di parole e contesti. 
Il linguaggio è l'abilità di sviluppare queste parole e di usare grammatica e sintassi nel parlato e nello scritto. Per questo il suo potenziale è elevato ed è in grado di influenzare anche altre aree come la matematica o la scienza. Nel momento in cui si sta esponendo un concetto, è proprio il linguaggio il mezzo che utilizziamo per comunicarlo al meglio.

"Se sei forte nel linguaggio, sarai in grado di comunicare con i pari e con gli insegnanti" spiega. "Dona la capacità di comprendere che cosa sta spiegando l'insegnante e aiuta a risolvere problemi scientifici o matematici, grazie alla terminologia acquisita". 

 

Per saperne di più: