Linguaggio

I bimbi bilingue diventano bravi comunicatori

bilingui
21 Maggio 2015
I bambini che crescono in un ambiente multilingue hanno migliori competenze comunicative. Infatti, secondo uno studio statunitense, sentir parlare in diverse lingue sviluppa la capacità di vedere le cose da diverse prospettive
Facebook Twitter More

I bambini che crescono in un ambiente dove si parlano più lingue, sviluppano migliori competenze comunicative. Lo ha scoperto un nuovo studio dell'università di Chicago (Usa). 


Alla base di una buona comunicazione c'è la capacità di vedere le cose dalla prospettiva degli altri. I ricercatori americani hanno così dimostrato che i bambini che crescono in un ambiente multilingue sono più bravi a interpretare il punto di vista dell'altro rispetto ai bambini esposti a una sola lingua. E questa è la chiave per costruire efficaci capacità di comunicazione sociale.


Studi precedenti hanno dimostrato gli effetti dell'essere bilingui sullo sviluppo cognitivo. Questo studio, pubblicato sulla rivista Psychological Science è, invece, il primo a dimostrare i benefici sociali dell'essere esposti a più lingue. Leggi anche: Bambini bilingue? Apprendono più velocemente


"I bambini che crescono in un ambiente multilingue, non solo imparano un'altra lingua, ma sviluppano delle competenze sociali: osservano meglio chi dice una cosa a chi, e che comportamenti seguono in base all'utilizzo di una lingua piuttosto che un'altra.

Queste prime esperienze socio-linguistiche potrebbe affinare le abilità dei bambini a capire meglio quello che le altre persone vogliono dire anche nella propria lingua" ha spiegato Katherine Kinzler, professore associato di psicologia e  esperta di linguaggio e lo sviluppo sociale.


"I bambini sono veramente bravi ad acquisire una lingua. Padroneggiano presto il lessico e la sintassi del linguaggio, ma hanno bisogno di più strumenti per imparare a comunicare bene. E per diventare bravi comunicatori è fondamentale vedere le cose dal punto di vista degli altri ed è quello che il nostro studio analizza" ha detto Boaz Keysar, co-autore di questo studio. Leggi anche: I bambini che parlano due lingue crescono con una mentalità più aperta

 

L'esperimento

I ricercatori hanno selezionato 72 bambini tra i 4 e i 6 anni. I bambini sono stati divi in 3 gruppi linguistici: i monolingue (bambini che hanno udito e parlato solo l' inglese e con poca esperienza di altre lingue); i bambini che parlano inglese ma sono stati esposti regolarmente a una seconda lingua; e i bilingue (bambini che sono in grado di parlare e comprendere perfettamente due lingue).

 

Nell'esperimento i bambini dovevano spostare alcuni oggetti in una griglia secondo le indicazioni di un adulto. Ma mentre i bambini vedevano tutti gli oggetti, l'adulto, dall'altro lato della griglia, ne vedeva solo alcuni.

Una volta spiegato bene ai bambini che l'adulto non poteva vedere tutti gli oggetti (ai piccoli è stata fatta vedere la griglia dalla parte dell'adulto), l'adulto chiedeva al bambino di turno di spostare un oggetto nella griglia. Ad esempio: "Vedo una piccola auto, si può spostare questa piccola auto?" Il bambino vedeva tre vetture: una piccola, una media e una grande. L'adulto, però, vedeva solo due vetture: la media e la grande.

 

Per interpretare correttamente cosa intendeva dire l'adulto, il bambino avrebbe dovuto tenere in conto che l'adulto non poteva vedere l'auto piccola, e spostare quella che l'adulto intendeva: la vettura media.


I bambini monolingue sono quelli che hanno fatto più fatica a capire quello che intendevano dire gli adulti e hanno spostato l'oggetto corretto solo il 50% delle volte. 
I bambini del secondo gruppo, quelli esposti a un'altra lingua, hanno invece compreso meglio quello che voleva  dire l'adulto e hanno spostato l'oggetto correttamente il 76% delle volte. E il  gruppo bilingue ha fatto la scelta giusta il 77% delle volte.


"La nostra scoperta ha messo in luce nuovi  vantaggi dell'educazione bilingue.

Alcuni genitori sembrano diffidare dell'esposizione a una seconda lingua per i loro bambini Eppure, oltre a imparare un'altra lingua, i loro figli potrebbero imparare a vedere le cose da diverse prospettive, diventando migliori comunicatori" ha detto Boaz Keysar.