Concentrazione bambini

Consigli pratici per migliorare la concentrazione dei bambini

Di Sara De Giorgi
bambina-concentrata
6 dicembre 2019
Una delle chiavi principali dell'apprendimento per i bambini è nella capacità di attenzione e, di conseguenza, di concentrazione. Tuttavia gli stimoli quotidiani possono portare a una dispersione di queste due abilità. Ecco alcuni consigli pratici per migliorare attenzione e concentrazione dei più piccoli.

 

Attenzione e concentrazione nei bambini, perché sono importanti

 

Per i bambini sono fondamentali, ai fini dell'apprendimento, la capacità di attenzione e, di conseguenza, di concentrazione. Tuttavia, sempre più piccoli hanno difficoltà a concentrarsi. Gli stimoli quotidiani in eccesso e il gran numero di informazioni possono portare a una dispersione dell'attenzione, che, a sua volta, può indurre ad una diminuzione della concentrazione e persino, in alcuni casi, a sintomi di stress. Quindi, imparare a mantenere sia l'attenzione sia la concentrazione a casa può essere una sfida importante per i più piccoli.

 

Soprattutto le nuove tecnologie forniscono continuamente numerosi stimoli attraenti e mutevoli ed è sempre più difficile concentrarsi, per i bimbi, su uno stimolo "neutro" o apparentemente noioso. Tuttavia, è risaputo quanto sia importante sapersi concentrare su qualcosa.

 

Non tutte le attività sono divertenti o attraenti per i bambini, quindi non bisogna aspettare quella che piace a vostro figlio, ma è molto più efficace insegnare ad attivare le risorse interne che gli consentono di concentrarsi e di innescare il processo di l'apprendimento.

 

La psicologa e psicoterapeuta spagnola Belén Colomina, specializzata in temi legati all'infanzia e all'adolescenza, in un articolo della rivista Serpadres.es ha identificato alcuni consigli pratici per far migliorare l'attenzione e la concentrazione ai piccoli. Ecco, di seguito, quali sono.

 

Consigli pratici per migliorare attenzione e concentrazione nei bimbi

 

  1. È importante far evitare loro distrazioni e mantenere lo spazio attorno pulito e ordinato. Nella stanza dove si studia ci devono essere pochissimi oggetti che possono distrarre: evitare videogiochi, cellulari, ecc. Ciò aiuterà i bimbi a indirizzare l'attenzione su ciò che è importante in quel momento.
  2. Non impiegare periodi di tempo eccessivamente lunghi in attività che richiedono l'attenzione e la concentrazione del bambino. Ciò è dannoso poiché l'attenzione inizia a diminuire circa 50 minuti o meno (a seconda dell'età del bambino). Pertanto, potete apportare modifiche all'attività che state eseguendo, in modo da stimolare la loro attenzione. Oppure potete fare una breve pausa e respirare in silenzio.
  3. Rispettare tempi precisi per ogni attività. È bene stabilire questa abitudine e rispettarla per non far accumulare i compiti da fare, ad esempio. Ogni attività ha una sua durata ben precisa. Questa sana abitudine creerà routine mentali di attenzione e concentrazione.
  4. Far riposare bene i bambini. È importante riposare e dormire bene per svolgere meglio le attività durante la giornata. Pertanto, è conveniente eseguire le attività più difficili o quelle che richiedono maggiore attenzione quando si è più riposati, poiché la fatica non è una buona alleata della concentrazione.
  5. "Calmare la mente" con esercizi di consapevolezza. L'esecuzione di pratiche di "mindfulness" a casa serve ad aumentare l'attenzione e la concentrazione. Riducono i livelli di stress e aiutano a essere pienamente coinvolti nel compito che si sta svolgendo.