Pensieri d'autore

Elisa Rigaudo: un bambino è felice se impara il rispetto degli altri

rigaudo_mamma
02 Luglio 2012
La nostra ricerca di personaggi a cui lanciare la fatidica richiesta, una riflessione spontanea e personale su come crescere bambini felici, continua esplorando mondi diversi ... Oggi abbiamo coinvolto la marciatrice Elisa Rigaudo, bronzo olimpico della 20km, in partenza per le Olimpiadi di Londra, che certamente di sfide se ne intende
Facebook Twitter Google Plus More

“Crescere bimbi felici è il sogno di ogni genitore, vederli sorridere è un'emozione bellissima. Quando ho deciso di continuare a fare l'atleta pur essendo diventata mamma, mi sono promessa che l'avrei fatto soltanto se non avessi dovuto sacrificare del tempo da dedicare a mia figlia ... e così è stato”, dice a nostrofiglio.it Elisa Rigaudo.

Certo, un obiettivo impegnativo per un'atleta: ma come ti comporti nella vita di tutti i giorni con la tua piccola?

“Ogni giorno cerco di trasmettere alla mia bambina i valori in cui credo, quelli che sono stati anche alla base della mia educazione come la famiglia, la fede, l'amicizia. Vorrei che mia figlia crescesse nel rispetto del prossimo e priva di pregiudizi.

La mia bimba non ha ancora due anni, sono molte le cose che non riesce a capire, ma non voglio comunque giustificare le sue marachelle dicendo 'è ancora troppo piccola'.

Come mamma, cerco, quindi, ogni volta di correggere il suo comportamento. Sono convinta che un bambino felice è quello che cresce con l'amore dei genitori e sa stare, giocare e relazionarsi con gli altri”, conclude la marciatrice.

Elisa Rigaudo, classe 1980, marciatrice, medaglia di bronzo per i 20km ai campionati europei a Gotemborg nel 2006 e alle Olimpiadi a Pechino nel 2008. Terza classificata anche per la coppa Europa a Mislok nel 2006 e a Olhao nel 2011 poco dopo aver ripreso gli allenamenti a seguito della nascita di elena, la sua bambina. si è aggiudicata il quarto posto ai mondiali di Daegu nel 2011 e ora ha ottenuto il pass per le Olimpiadi di Londra 2012 qualificandosi al 7° posto in coppa del mondo a Saransk (Russia). Nella sua carriera, il suo primo risultato importante risale al 2001 quando vince il titolo europeo under 23 sui 20 km ad Amsterdam. Nel 2002 ha stabilito il limite nazionale promesse dei 5 km con 20:56.29 ed è entrata a fare parte del gruppo sportivo fiamme gialle. E’ la prima donna italiana ad essere arruolata dalla guardia di finanza.

Le puntate precedenti su come crescere bambini felici:

Decalogo semiserio su come crescere bambini felici (Bruno Tognolini, scrittore);

Spunti sulla felicità dei bambini (Anna Oliverio Ferraris);

Come crescere bambini felici? Con il tempo (Monica Colli, pedagogista)