Pazienza

I bambini di oggi hanno davvero più pazienza?

marshmallowtest
01 Agosto 2018
Meglio una caramella oggi o un pacchetto intero domani? I bambini di oggi sarebbero più inclini ad aspettare tutto il pacchetto... o per più tempo rispetto a quelli degli anni Sessanta. Sembra strano, vero? 
Facebook Twitter More

Sempre con tutto a loro disposizione: Peppa Pig a comando su YouTube, subito la foto dei nonni al mare (se non la videochiamata), subito, subito, subito. Tutto più facile. Tutto istantaneo.

Eppure sembrerebbe che tutta questa disponibilità apparente di cose pronte nell'immediato non abbia reso meno pazienti i bimbi di oggi... anzi.

Ci credereste se vi dicessimo che erano meno pazienti i bimbi degli anni Sessanta? E anche quelli degli anni Ottanta?

 

I bimbi di oggi sono più pazienti

Meglio una caramella oggi o il pacchetto intero domani? Pare che i bimbi di oggi siano più pazienti dei loro genitori e sappiano aspettare... il pacchetto domani. L'esatto contrario di quello che ci suggerisce il senso comune. E' il risultato di uno studio di un team di ricercatori che ha analizzato e paragonato i tempi di attesa di un dolcetto nei bimbi degli anni Sessanta, Ottanta e Duemila. I bimbi sono stati sottoposti al cosiddetto marshmallow test, un test realizzato negli anni Sessanta dallo psicologo Walter Mischel, allora alla Stanford University.

 

I bimbi dell'asilo del campus universitario venivano testati lasciandoli da soli in una stanza con davanti un marshmallow. La loro ricompensa era un doppio marshmallow se fossero stati in grado di resistere alla tentazione di mangiarne uno subito.

 

In questo nuovo studio, realizzato da studiosi dell'Università del Minnesota, sono stati analizzati altri bimbi di altre generazioni e messi a confronto i risultati di generazioni anni Sessanta, Ottanta e Duemila. 

 

marshmallow
Meglio una caramella oggi o un pacchetto intero domani? | Pixabay

E' risultato che il tempo medio di attesa dei bambini e aumentato di generazione in generazione. Se era di circa 5 minuti negli anni Sessanta, diventava un minuto in più (6) negli anni Ottanta e 7 nel Duemila. Con lo stesso grado di "pazienza" rilevato in maschi e in femmine, in bimbi più piccini (3 anni) e poco più grandicelli (5 anni). 

 

Ti aspetto anche dieci minuti

Quello che stupisce ancora di più è che la maggior parte dei bambini degli anni Duemila (quasi il 60%), ha aspettato per tutti i dieci minuti l'arrivo del ricercatore.

 

Negli anni Ottanta solo il 40% lo aveva fatto. Negli anni Sessanta, il 30%.

Che cosa significa? E come mai la pazienza dei bimbi sembra essere aumentata con gli anni? Per i ricercatori è ancora un mistero...

 

Fonte: Carlson, S. M., Shoda, Y., Ayduk, O., Aber, L., Schaefer, C., Sethi, A., . . . Mischel, W. (2018). Cohort effects in children’s delay of gratification. Developmental Psychology, 54(8), 1395-1407. http://dx.doi.org/10.1037/dev0000533