Salute bambini

10 consigli e rimedi della nonna sui malanni di stagione

bambino-ammalato
26 Marzo 2014
Naso chiuso, tosse, mal di gola, febbre: sono solo alcuni dei malanni che colpiscono i bambini. Ma come aiutarli a stare meglio? Il sito americano WebMD.com ha stilato un decalogo di consigli utili in base ai sintomi della malattia
Facebook Twitter Google Plus More

Un bambino malato è sempre una preoccupazione, e vederlo con quel faccino triste mentre combatte contro la febbre, l’influenza o il mal di gola può far stringere il cuore. Per dargli una mano a guarire più in fretta, o quantomeno per cercare di farlo stare meglio in attesa che il malanno faccia il suo corso, il sito americano WebMD.com ha stilato un decalogo di consigli utili in base ai sintomi della malattia.

1. Naso che cola

Spesso questo segno di un raffreddore in corso può proseguire per settimane: il muco, inizialmente chiaro, diventa poi giallastro.

Per tentare di chiudere questo fastidioso “rubinetto” che perde, sono utilissimi i lavaggi nasali o l'aerosol con soluzione di acqua salina. (leggi anche Il bambino ha il raffreddore)

2. Naso chiuso

Un umidificatore a freddo o una doccia bollente con tanto vapore possono aiutare quando il bambino ha il naso chiuso, così come fargli mangiare un buon brodo di pollo: il rimedio della nonna funziona davvero. (Leggi Quando dare gli antibiotici ai bambini)

3. Tosse

È una reazione normale quando qualcosa blocca la gola o i polmoni, e generalmente passa da sé. E a meno che impedisca al bambino di dormire o di respirare bene, non è il caso di preoccuparsi: passerà, anche se un aiuto può venire da umidificatori e vaporizzatori.

Ai bambini di più di un anno si può dare un cucchiaino di miele per lenire la tosse, mentre per qualsiasi medicinale è meglio consultare il medico. (Tosse, le strategie per combatterla)

4. Starnuti e respiro sibilante

Per aiutare il bambino a stare meglio è importante ascoltare il suo respiro. Gli starnuti sono sintomo di raffreddore o influenza, mentre il respiro fischiante indica una difficoltà respiratoria che potrebbe essere causata da asma o da una bronchite.

In questo caso, così come se notate difficoltà a respirare o una respirazione insolitamente rapida, il bambino deve essere visitato dal pediatra al più presto.

5. Mal di gola

Una delle cause del mal di gola può essere un’irritazione provocata dal gocciolamento del muco che scorre lungo la gola del bimbo.

Anche senza bisogno di medicinali, i rimedi casalinghi possono farlo sentire molto meglio: dargli un ghiacciolo è sicuramente una buona idea, così come cercare di fargli fare i gargarismi con acqua salata.

Ai bambini più grandi si può anche dare una caramella dura da succhiare per lenire il dolore. (Guarda il video: Il mal di gola nei bambini)

6. Dolori muscolari

Raffreddore e influenza possono provocare mal di testa e dolori muscolari. Per alleviare il dolore, ai bambini di età superiore ai 6 mesi è possibile somministrare ibuprofene o paracetamolo, ma va chiesto consiglio al medico per quanto riguarda la dose.

E, a meno che non sia il medico a consigliarlo, non dare mai l’aspirina ai bambini. (Farmacia da casa per i bambini)

 

7. Mal d’orecchi

Quando si accumula catarro a causa di un raffreddore o di un’influenza, questo può causare mal d’orecchi. Coprire l’orecchio del bambino con un panno caldo e umido può alleviare il dolore, ma anche ibuprofene e paracetamolo possono aiutare. Evitare invece le gocce.

In caso di febbre, dolore forte o fuoriuscita di liquido, o se il piccolo ha meno di due anni, bisogna però consultare il dottore: se si tratta di un’infezione, infatti, può essere necessario intervenire con gli antibiotici. (Guarda il video Otite nei bambini, come si cura)

 

8. Febbre

Chiamare sempre il pediatra se il bambino ha la febbre alta, ha meno di sei mesi o non è stato vaccinato.

Anche in questo caso, paracetamolo e ibuprofene vanno bene per i bambini, ma l’aspirina no. Quando i bambini hanno la febbre possono disidratarsi molto rapidamente, quindi è importante farli bere molto. (Guarda il video Febbre nei bambini, come si cura)

 

9. Diarrea o vomito

I bambini con l’influenza possono avere anche diarrea e vomito, che possono disidratarli rapidamente. In questo caso bisogna intervenire con brodini, acqua o succhi di frutta allungati con acqua, iniziando con un paio di cucchiai ogni cinque minuti e, se il piccolo li sopporta senza vomitare, dargli il resto.

Se invece vomita in continuazione o non fa pipì spesso come al solito, chiamare il pediatra. (leggi anche Farmaci per la diarrea)

Leggi anche come curare la Gastroenterite

10. Riposo

Durante la malattia il corpo lavora duramente per combattere le infezioni, e quindi il bambino può apparire molto stanco: fate in modo che riposi molto.

E per tenerlo buono è bene coinvolgerlo in attività tranquille e creative come la lettura, i puzzle e lavoretti artigianali. Ricordando sempre che un bambino malato può perdere la pazienza molto velocemente, quindi vanno evitate attività troppo impegnative. (Tutto sui lavoretti per bambini)

 

Potrebbero interessarti:

Influenza: come si cura

Il bambino ha la febbre, i consigli per superarla

Raffreddore bambini, come si cura

Tosse, quali medicinali per combatterla?

Mamma, mi fa male l'orecchio

Farmacia da casa per i bambini