Fumo

Arriva Ector, l'orsetto anti-fumo che tiene i più piccoli lontano dalle sigarette!

Di Niccolò De Rosa
ector-the-protector-bear
30 Maggio 2017
Dotato di un rilevatore di fumo, tossisce se qualcuno si accende una sigaretta nelle vicinanze. Un aiuto in più per mantenere sane e pulita l'aria dei nostri bimbi
Facebook Twitter More

Un giocattolo che avvisa educatamente il fumatore di allontanarsi per non far respirare sostanze nocive al bimbo nelle vicinanza: questa l'idea che ha spinto Roche e Walce (Women against lung cancer in Europe) a realizzare così Ector The Protector Bear, l'Orso Protettore.

 

In una società dove un bambino su cinque cresce in un'ambiente di fumatori (dati Simri, Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili), può capitare spesso di trovarsi senza accorgersene ad accendere una sigaretta in prossimità di un bimbo. Un'abitudine da molti ritenuta quotidiana, innocua, ma che invece può minare gravemente la salute futura del piccolo.

| YouTube/Roche Italia

Ector, l'orsetto di peluche realizzato in collaborazione con la Trudi, serve ad evitare proprio queste situazioni: una volta rilevato il fumo, il peluche inizierà a tossire, avvisando tutti i presenti (genitori, bambini e, soprattutto, fumatori) che del tabacco sta bruciando troppo vicino ad un minore in fase di crescita!

Questo semplice stratagemma può scoraggiare i tanti (troppi) genitori fumatori dall'abitudine di "farsi una bionda" in casa, ma può essere utile anche all'aperto per evitare che gli sconosciuti fumino troppo vicino al luogo dove sta respirando un bambino.

 

«Il fumo produce danni nei tessuti per accumulo di mutazioni nelle cellule - afferma al "Corriere della Sera" Giulia Pasello, dirigente dell'Istituto Oncologico Veneto di Padova - Più tempo siamo esposti al fumo maggiori saranno questi danni e aumenta anche il rischio di sviluppare le patologie correlate al tabacco. Questo vale tanto per il fumo attivo che per quello passivo tumori, primo fra tutti quello ai polmoni (ma l’elenco è lungo), malattie respiratorie croniche e cardiovascolari. Sappiamo che i bambini che vivono con un fumatore hanno maggiore probabilità di avere l'asma o di essere soggetti allergici, per esempio. In più, ogni anno in Italia ci sono circa 150-300mila bronchiti e polmoniti sotto i 18 mesi e circa 15mila ospedalizzazioni nel reparto pediatrici per patologie che si possono ricondurre anche all'esposizione cronica al fumo».

GUARDA IL VIDEO DI LANCIO DI ECTOR