Salute

All'ospedale Bambino Gesù apre l'ambulatorio Sos pollini

allergia
24 Marzo 2014
In Italia le allergie da pollini colpiscono 1 milione e 200 mila bambini. Per affrontare l'emergenza l'ospedale pediatrico Bambino Gesù ha aperto il servizio Ambulatorio Sos pollini.
Facebook Twitter Google Plus More

Si chiama Ambulatorio Sos pollini il nuovo servizio dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù dedicato ai bambini allergici alle prese con il tormento delle allergie di primavera.

Secondo i dati forniti dall'ospedale in Italia tra marzo e aprile: cipressi, mimose, ulivi e graminacee rappresentano un problema per 18 milioni di persone, di queste 1 milione e 200 mila sono bambini.

Allergie in aumento a causa del riscaldamento globale

Per la World Allergicy Organization, nel 2014 si è registrato un aumento delle persone affette da rinite allergica. "Il trend in crescita è legato alle variazioni climatiche. Se per l'uomo è impercettibile, l'aumento di circa mezzo grado centigrado della temperatura è invece molto significativo per le piante che tendono a prolungare il loro periodo di pollinazione".

 

I bimbi e i ragazzi allergici in questo periodo hanno un più basso rendimento scolastico

Per molti giovani allergici la primavera è un momento particolarmente difficile. Recenti studi provano infatti che l'allergia è legata a una riduzione del rendimento scolastico: in questo periodo dormono male, hanno difficoltà di concentrazione e, soprattutto se durante il giorno manifestano i sintomi o assumono antistaminici fanno più fatica a seguire le lezioni e a fare i compiti.

 

I sintomi: naso chiuso, prurito agli occhi, respiro faticoso e tosse

"Tra le manifestazioni tipiche delle allergie di stagione- spiegano dal Bambino Gesù- ostruzione nasale, difficoltà a guardare la luce a causa dell'infiammazione delle congiuntive, prurito agli occhi, respiro faticoso, tosse quando si ride o si corre."

 

Leggi anche: 12 SEGNALI PER CAPIRE SE TUO FIGLIO POTREBBE SOFFRIRE DI ALLERGIE

e tutto sulle allergie: ALLERGIE E BAMBINI

Le terapie: prevenzione e vaccini

Ma come ci si può difendere dalle allergie? Alessandro Fiocchi, responsabile di allergologia del Bambino Gesù spiega che bisogna ricorrere ai vaccini, cioè con la iposensibilizzazione (diminuzione della sensibilità a un determinato allergene ottenibile somministrando piccole dosi progressive), disponibile sia nella tradizionale somministrazione sottocutanea che per via sublinguale.

Per evitare il riaffacciarsi dei sintomi è necessario prevenire con farmaci che impediscano al polline respirato di infiammare le mucose. Le cure dovranno poi essere continuate per tutta la stagione di esposizione".

In conclusione: in caso di bambini allergici bisogna rivolgersi al pediatra ed eventualmente allo specialista per individuare la terapia più idonea.

Leggi anche: ALLERGIE RESPIRATORIE DEI BAMBINI, CENTRI SPECIALIZZATI E LINK UTILI

 

Confrontati sul nostro FORUM su salute e allergie