Influenza

Speciale influenza 2018

famigliainfluenza
22 Ottobre 2018
Come sarà l'influenza 2018-2019? E i vaccini disponibili? Come prevenirla? Come alleviare i sintomi? E se la prende un neonato o una donna incinta? Scopri tutto sull'influenza in questa mini-guida
Facebook Twitter Google Plus More

Una guida sull'influenza 2018-2019. Come sarà, come rinforzare le difese immunitarie, quali sono i vaccini disponibili, come prevenirla, come alleviare i sintomi e quanto stare a casa quando si prende l'influenza.

 

Influenza 2018-2019: come sarà

Attesi per il prossimo anno circa 5 milioni di casi di influenza, più altrettanti di sindromi parainfluenzali. La previsione del virologo Fabrizio Pregliasco. "L'influenza che verrà dovrebbe causare in Italia un'epidemia di intensità media, che costringerà a letto non meno di 5 milioni di persone. A queste, però, se ne sommeranno almeno altrettante colpite da sindromi parainfluenzali provocate da altri virus respiratori" ha affermato a Milano, nel corso dell'ormai tradizionale incontro organizzato ogni autunno da Assosalute, Associazione nazionale farmaci di automedicazione.

I virus in campo, le caratteristiche e vaccinazioni nello speciale su come sarà l'influenza di quest'anno.

 

I 10 consigli per rinforzare le difese immunitarie dei bambini

Ci sono bambini particolarmente fragili, che si ammalano spesso. Ecco come aiutarli a far fronte al susseguirsi di infezioni ricorrenti, tra indicazioni sullo stile di vita e proposte di integratori immunostimolanti.

 

Influenza 2018/2019: TUTTO quello che bisogna sapere sui vaccini disponibili

Pronta al via la campagna di vaccinazione antinfluenzale gratuita, ma a chi si rivolge esattamente? Quali sono i vaccini disponibili? E cosa bisogna fare se si desidera vaccinarsi ma non si appartiene a una categoria a rischio? Tutte le risposte

Termometro per bambini: quale usare


Termometro a infrarossi, auricolare, digitale, a mercurio, a cristalli liquidi o al galinstano Qual è il termometro migliore per misurare la febbre nei bambini? E come si misura? E cosa sarebbe meglio evitare?

Influenza, i miti da sfatare

L'influenza non è solo un brutto raffreddore, e per prenderla non basta stare un po' al freddo. L'antibiotico non va preso di default dopo tre giorni di febbre e il vaccino non fa ammalare: sono solo alcuni dei falsi miti sull'influenza di stagione. Vediamo le risposte della scienza e anche i 5 miti da sfatare secondo l'Oms sull'influenza.

 

Tosse, raffreddore o influenza? 10 consigli per sentirsi subito meglio

Bevi molto, riposati, prova con la zuppa di pollo o con una bevanda calda. Rilassati e fai una doccia calda. Ti senti un po' meglio? Ecco qualche consiglio per chi è raffreddato in questo momento

 

Influenza in gravidanza: come comportarsi

Quando si aspetta un bambino cambia qualcosa? Le raccomandazione degli esperti è di vaccinarsi: l'influenza non fa male al feto, ma potrebbe dare un rischio leggermente più alto di complicanze alla mamma. Per precauzione, meglio aspettare il termine del primo trimestre per farla.
E se l'influenza arriva lo stesso? Meglio restare a casa fino alla remissione completa dei sintomi senza pretendere di accelerare la guarigione e usare paracetamolo per abbassare la febbre ed alleviare eventuali dolori.

 

Influenza e neonati: come prevenirla e che cosa fare se la prendono

Alcune semplici regole - lavarsi spesso le mani, evitare contatti troppo ravvicinati, evitare luoghi chiusi e affollati - possono ridurre il rischio di trasmettere a un bebè appena arrivato il virus dell'influenza. E ce si sono fratellini o sorelline più grandi, può valere la pena considerare di tenerli a casa per qualche giorno da scuola nel momento della massima diffusione dell'epidemia.

Leggi l'approfondimento sulle regole di prevenzione (anche in gravidanza) e sull'importanza di lavarsi sempre bene le mani. Ma anche su che cosa fare se, nonostante tutte le precauzioni del caso, il neonato ha preso l'influenza.

 

Influenza bambini, rimedi per alleviare i sintomi

L'influenza sta per tornare. Tra raffreddore, tosse, mal di gola e affaticamento, il disagio può essere grande: ecco come aiutare i piccoli a superare meglio i giorni di malattia.

 

L'influenza è passata, quando il bambino può tornare a scuola?

A scuola dopo almeno uno-due giorni senza febbre; alimentazione leggera e ‘senza forzature’ finché l’appetito non torna da sé: questi i due consigli principali dopo che il bambino ha avuto l’influenza.

 

Guarda il video sul bambino che ha l'influenza