La dislessia non deve far paura

La settimana della dislessia: ecco i personaggi famosi che sono dislessici

Di Chiara Dalla Tomasina
04 Ottobre 2018
Parlare apertamente ai bambini di dislessia, soprattutto se hanno questo disturbo, è importante. Altrettanto importante è citare loro nomi di persone famose che ne hanno sofferto, perché il messaggio che dobbiamo dare ai piccoli è: si può avere una vita assolutamente normale. Anzi, molti dei volti noti erano anche considerati degli autentici geni. E se tra i vostri figli si celasse il nuovo Beethoven o Picasso? 
Facebook Twitter More
dislessiafamosi

«La dislessia mi ha reso l'attrice che sono oggi». Lo ha detto Keira Knightely. La diva ha superato la dislessia leggendo "Ragione e sentimento". A sei anni le venne diagnosticato un disturbo del linguaggio e leggere la sceneggiatura di Emma Thompson per l’adattamento cinematografico le fu di grande aiuto.

dislessiafamosi8

Un altro pirata dei Caraibi ha raccontato la sua infanzia di bimbo dislessico: Orlando Bloom. «Mi fu diagnosticata a 7 anni», ha detto, «per me la dislessia è stata una croce da portare ma anche un dono».

dislessiafamosi1

Nel grandissimo Pablo Picasso, nei cui quadri la prospettiva è fatta a pezzi, alcuni scienziati inglesi e americani hanno ravvisato chiari sintomi della dislessia.

dislessiafamosi5

Cher, grandissima cantante e attrice prendeva sempre brutti voti a scuola. «Tutto quello che riuscivo a imparare lo imparavo ascoltando». A 16 anni abbandonò gli studi. Oggi è in prima fila nel sostenere la battaglia per valorizzare le potenzialità dei dislessici.

dislessiafamosi2

Marlon Brando, una delle maggiori stelle di Hollywood di sempre, a scuola aveva sempre voti insufficienti a causa della dislessia (e anche dell'instabile vita famigliare).

dislessiafamosi3

La dislessia è uno dei temi più trattati nelle novelle del celebre autore John Irving.

dislessiafamosi10

Attrice talentuosissima e pluripremiata, Whoopi Goldberg a scuola era vittima di bullismo: a causa della dislessia la chiamavano "stupida".

dislessiafamosi7

«Sono tutt'ora dislessico - ha rivelato Mika - non riesco a leggere l'ora sull'orologio e per scrivere uso la tastiera del computer: con la penna è impossibile. Mi diagnosticarono questo disturbo con un test: finalmente avevo una prova per il mio problema. Quando un compagno di scuola tentò di fare il bullo, gli sventolai il test e gli dissi che io ero stupido legalmente mentre lui non aveva scuse».

dislessiafamosi4

Il celebre pugile Muhammad Ali metteva a segno colpi infallibili ma non riusciva a leggere.

dislessiafamosi6

La dislessia, secondo Richard Branson, è «un modo diverso di pensare» che, ritiene, l'abbia aiutato nel mondo del lavoro.

dislessiafamosi11

Jennifer Aniston ha scoperto di essere dislessica a 20 anni grazie a una visita oculistica. Scoprendolo, ha cancellato tutti i traumi della sua infanzia: finalmente tutto aveva una spiegazione.

dislessiafamosi9

Harrison Ford: anche l'affascinante Indiana Jones soffre di dislessia. Questo non gli ha impedito di diventare uno degli attori più noti e più amati.

dislessiafamosi12

Steven Spielberg si è accorto di essere dislessico a 60 anni: da bambino, per questo disturbo, era stato spesso bullizzato dai suoi compagni di classe. E poi è diventato uno dei registi più noti di tutti i tempi.

dislessiafamosi15

A 12 anni viene diagnosticata a Salma Hayek una leggera forma di dislessia che negli anni, con pazienza e costanza, riesce a sconfiggere

dislessiafamosi13

L’attore ha raccontato che la dislessia gli fu diagnosticata a 7 anni: non riusciva a leggere, faceva fatica a memorizzare le cose ma non voleva ammetterlo e cercava di tenerlo nascosto ai suoi compagni perché si vergognava di quell’«etichetta».

dislessiafamosi14

Henry Winkler, il celebre Fonzie di Happy Days, ha detto che la dislessia gli ha insegnato a essere gentile.

personaggifamosidislessici

«La dislessia mi ha reso l'attrice che sono oggi». Lo ha detto Keira Knightely. La diva ha superato la dislessia leggendo "Ragione e sentimento". A sei anni le venne diagnosticato un disturbo del linguaggio e leggere la sceneggiatura di Emma Thompson per l’adattamento cinematografico le fu di grande aiuto.
Facebook Twitter More