Apprendimento

Contabosco, l'app per giocare con la matematica

contabosco-teaser
05 Settembre 2013
Contabosco è dedicata ai bambini dai tre anni. Li prepara all'apprendimento della matematica allenando, attraverso il gioco, le capacità innate nell'uomo di vedere il mondo in termini di quantità. Contabosco è la prima di una serie di app educative del progetto Little Smiling Minds, ideato dal mensile Focus, da Digital Accademia e da Daniela Lucangeli, docente di psicologia dello sviluppo e dell'educazione a Padova
Facebook Twitter More

Come far amare (dunque, apprendere meglio) la matematica ai bambini? E’ semplice: sfruttando, attraverso il gioco, già in età prescolare, quella capacità che è innata nell’uomo di vedere il mondo in termini di quantità (la cosiddetta intelligenza numerica).

E’ sulla base di questi presupposti che è nata Contabosco, la prima app di Little Smiling Minds, un progetto educativo, ideato dal mensile di divulgazione scientifica Focus (stessa casa editrice di nostrofiglio.it), insieme a Digital Accademia (società che opera, tra l’altro, nel campo dell’apprendimento attraverso strumenti digitali) e Daniela Lucangeli, docente di psicologia dello sviluppo dell’Università di Padova.

"Contabosco" è già disponibile su Apple Store al prezzo di €3,99. Seguiranno presto altre app sulla matematica (Contamare e Contasavana) e altre ancora sul linguaggio, sulle lingue straniere ecc.

La scelta che rende unica e più efficace la serie di app di Little Smiling Minds, si legge in un comunicato, “è quella di basarsi sugli ultimi studi delle scienze cognitive sull’apprendimento nel cervello umano, e in particolare sulle modalità di apprendimento dei bambini e di coinvolgimento dei genitori” .

LEGGI ANCHE I BAMBINI IMPARANO LA MATEMATICA GIOCANDO

In particolare, per quanto riguarda Contabosco, spiega Daniela Lucangeli, Professore Ordinario di Psicologia dello sviluppo e dell'educazione Università di Padova:

“L’intelligenza numerica, la capacità di vedere il mondo in termini di quantità, è innata nell’uomo. Abbiamo ereditato questa capacità dai nostri progenitori che l’avevano sviluppata per la sua enorme utilità: riconoscere dove c’era più o meno cibo o dove c’erano più o meno pericoli significava spesso potere sopravvivere, non fosse altro perché era sempre meglio incontrare un leone piuttosto che tre! Per questo oggi il bambino è in grado di riconoscere le quantità ben prima di sapere dare loro un nome.

E quindi di imparare le basi della matematica purché siano insegnate in modo giusto, naturale: assecondando le sue capacità”.

La rana, lo scoiattolo, il gufo e il ragnetto: sono loro i deliziosi protagonisti della app Contabosco. Nella galleria fotografica li puoi vedere tutti

Come funzionano le app educative di Little Smiling Minds

All’avvio di ciascuna applicazione il bambino attraversa numerose aree di gioco, guidato dagli animali protagonisti dello scenario: ogni scena contiene tre mini-giochi che propongono una competenza specifica e la consolidano; attraverso sette livelli di difficoltà.

I bambini non sono mai lasciati soli nella loro esperienza di gioco; su tutte le app e sul sito http://littlesmilingminds.com/ c'è un'area dedicata ai genitori che permette di seguire passo dopo passo, senza essere invadenti, l'apprendimento del proprio bambino.

Ogni volta che il bambino supera un livello di gioco, il genitore è raggiunto da una mail che lo aggiorna sui progressi nell’apprendimento e gli dà consigli per potenziarne l'apprendimento, sempre giocando.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA CON LA DOCENTE DANIELA LUCANGELI

Potrebbe anche interessarti l'articolo Bambini bravi in matematica, conta più la motivazione dell'IQ