Uso del casco

Caschi e sicurezza, 5 miti da sfatare

Di Sara De Giorgi
casco.600
19 luglio 2018
L'uso del casco abbassa la mortalità del 30-50%. In particolare, indossare un casco riduce molto la gravità dell'urto e delle altre ferite alla testa. Eppure esistono alcuni miti che impediscono, a volte, ai bambini di adoperare il casco con continuità ogni volta che vanno in bicicletta e non solo. Vediamo quali sono.
 

Esistono alcuni miti che impediscono, a volte, ai bambini di adoperare il casco con continuità ogni volta che vanno in bicicletta.

 

Approssimativamente, l'uso del casco riduce la mortalità del 30-50%. E' vero, indossare un casco non può prevenire una commozione cerebrale, ma riduce la gravità dell'urto e delle altre ferite alla testa.

 

LEGGI ANCHE: Caschi da bicicletta, ecco i più divertenti del web

 

"In un mondo ideale i caschi sarebbero obbligatori per legge per tutti coloro che usano qualsiasi attrezzatura che si muove a una velocità significativa - indipendentemente dall'età", ha dichiarato Don Voaklander, direttore del Centro di prevenzione degli infortuni della "School of Public Health" dell'Università di Alberta.

 

In Italia secondo la legge il casco non è obbligatorio quando si circola in bicicletta. E non lo è per nessuno, neanche per i minori. Dunque, nonostante le statistiche non siano rosee nel nostro Paese, il legislatore italiano non ha predisposto tutele legislative nei confronti dei bambini.

 

 

L'importanza del casco

 

Mettere il casco però è importante ed è il momento di mettere a tacere i miti diffusi che potrebbero distogliere i bambini e persino gli adulti dal proteggere la testa con caschi appositi. Ecco quali sono i 5 miti da sfatare al proposito.

 

 

1) Importante non solo in bicicletta

 

Voaklander ha affermato che l'obbligo del casco dovrebbe valere non solo per la bicicletta, ma anche per lo skateboard, i rollerblade, nel caso dell'uso di uno scooter e dell'equitazione. "Indossare un casco dovrebbe essere una buona abitudine presente in tutte le attività", ha dichiarato l'esperto. Si dovrebbe infatti diffondere la cultura della sicurezza del casco in tutto il mondo.

 

 

2) I caschi sono scomodi e fanno sudare

 

La maggior parte dei caschi sono progettati per essere aerodinamici e leggeri, con un'adeguata ventilazione. Inoltre, i caschi hanno dimensioni e misure, quindi è una buona idea provarlo direttamente nel negozio dove si acquista. Infine, è necessario assicurarsi che non oscilli da un lato all'altro, che non si inclini avanti e indietro o non si sposti in generale quando si muove la testa.

 

 

3) I caschi rendono il gioco più rischioso

 

Esiste la diceria secondo la quale se si fa indossare un casco a un ragazzo, questo sarà incline a giocare in modo più pericoloso. Ovviamente quest'affermazione non ha alcun fondamento. "È come dire che indossare una cintura di sicurezza in una macchina fa guidare più spericolatamente", sostiene l'esperto dell'Università di Alberta.

 

 

4) Il casco fa diventare il bambino più timido

 

Secondo alcuni nelle prime fasi della vita sarebbe meglio giocare in modo più rischioso e interagendo di più (secondo la teoria del cosiddetto "gioco attivo"). Ma qualsiasi presunto vantaggio del gioco attivo non supera i comprovati rischi di lesioni cerebrali che possono derivare dal non indossare un casco.

 

 

5) "Mio figlio non lo indosserà comunque perché gli amici non lo fanno"

 

È vero che la pressione da parte dei coetanei può portare alcuni bambini a mettere i loro caschi sul manubrio anziché sulla testa, ma prima si fa indossare il casco ai ragazzi, meno rischieranno di ascoltare le parole degli amici.

 

"I miei tre bambini hanno indossato caschi da quando erano piccolissimi e ora mi dicono che non possono mettersi a cavalcioni su una bici senza casco perché si sentono nudi", conclude l'esperto.

 

TI POTREBBE INTERESSARE: