Benessere

Rugby, i benefici per i bambini

rugby
13 Maggio 2015
E' uno sport sempre più scelto in Italia come alternativa al calcio. Un'attività in cui si incoraggiano gli avversari, in cui si sta insieme agli altri e dopo, vinto o perso che si abbia. ​ I ragazzi che giocano a rugby si ritrovano senza neppure accorgersene a rispettare gli orari, i compagni, il capitano, gli allenatori e, cosa essenziale, gli avversari
Facebook Twitter More

Sempre più diffuso in Italia tra i bambini come alternativa al calcio, il rugby è uno sport di gruppo che allena sia il fisico sia la mente e porta molta aggregazione e rispetto tra i compagni e gli avversari. Ecco i benefici.

 

"Nel rugby si incoraggiano gli avversari prima di giocare e li si applaude al termine della partita, non si esce dal campo tra un tempo e l'altro, si resta lì e si beve il tè insieme agli altri e dopo, vinto o perso che si abbia, si organizza il terzo tempo e si sta insieme," spiega Pierluigi Aliprandi, Direttore U.O.C. Medicina III e IV H Rho A.O. G. Salvini. 

 

Il rugby aiuta a costruire legami per tutta la vita e "ogni giocatore tende a ricrearlo in ogni ambito, famigliare, lavorativo, ricreativo in cui si trova con buoni risultati in termine di aggregazione sociale." (Leggi anche: scegli lo sport giusto per tuo figlio)

 

I ragazzi che giocano a rugby imparano a rispettare gli orari, i compagni, il capitano, gli allenatori e, cosa essenziale, gli avversari.

 

Da praticare dai sei anni in su.

 

Per info: Air, associazione italiana rugbysti