Foto bambini

6 consigli utili per fotografare i bambini in movimento

Di Sara De Giorgi
foto-bimbo
12 febbraio 2020
Realizzare scatti fotografici ai bambini è consuetudine di molti genitori e il fine è spesso immortalare immagini uniche del loro piccolo. Ma si è un po' stufi dei classici ritratti? Ecco una serie di consigli, a cura dello studio fotografico "Click Digital Studio", per fare delle splendide foto ai bambini in movimento.

Quando si hanno bambini, è forte, per i genitori, il desiderio di immortalare con scatti fotografici gli istanti più significativi e più divertenti della loro crescita. Si possono realizzare delle classiche foto tradizionali di famiglia, dei primi piani e foto con sfondi paesaggistici. Ma non solo: è possibile anche scegliere un'alternativa originale, cioè scattare foto ai bambini in movimento.

Abbiamo chiesto al team studio fotografico Click Digital Studio (pagina Instagram @clickdigitalstudio) come realizzare degli scatti a bimbi in movimento. Ci ha rispostola fotografa Melissa Marchetti, che ci ha spiegato le tecniche migliori per realizzare questa tipologia di scatti. 

 

 

Bimbi in movimento, i momenti migliori da immortalare

 

«Il momento migliore in assoluto è quello in cui sono spontanei. Per questo diventiamo loro complici. I bambini sono puri e per istinto si fidano.

Ognuno di loro ha una "chiave d'ingresso" e una volta trovata questa, è possibile entrare in sintonia con loro. Così danno il meglio di loro stessi».

 

Che tipo di fotocamere e inquadrature consigliate?

 

«Le fotocamere ormai sono tutte buone. Anche il cellulare offre buonissimi risultati. Per quanto riguarda le inquadrature, se si desidera un ritratto è meglio un'inquadratura stretta. Se, invece, si desidera fare uno scatto al bambino tra i giochi o in un paesaggio (naturale magari), è più consigliata un'inquadratura larga.

 

Spesso le foto sono scattate per effettuare delle stampe. In tal caso, per una stampa 10x15 cm vanno bene fotografie scattate con il cellulare, se si desidera un poster è invece meglio fare le fotografie con la fotocamera».

 

Consigli per fotografare i bambini in movimento

 

  1. «Per fotografare bimbi in movimento mantenete un'inquadratura larga, aspettate il momento in cui il bambino si avvicina (non troppo), mettete poi a fuoco e scattate».
  2. «Quando il bambino sta divertendosi correndo una parte all'altra, prima, magari, giocate un po' con lui per attirare la sua attenzione, poi, prendete il suo giocattolo preferito, mettetelo con una mano sopra la telecamera o al cellulare, chiamatelo, e con l'altra mano scattate fotografie».
  3. «Un altro consiglio è quello di fotografare il bambino quando gli si porge un regalo o quando lui scarta un dono che desiderava tanto. O anche quando prende il suo cibo preferito».
  4. «Ai bambini piace molto osservarsi nel display della telecamera o del cellulare. Allora fate in modo che si osservino e fotograteli. Fate con loro il "gioco del fotografo": correranno avanti e dietro per guardarsi e farsi scattare foto».
  5. «I bambini piccolissimi vengono coinvolti dalla voce, dalle canzoncine, dal suono degli animali. in tal caso, prima abituate il bimbo a delle canzoncine o al "bau bau" del cane e, proprio nel momento di fotografare, ripetete la canzoncina o il "bau bau"».
  6. «Ci sono anche i bambini che fuggono dalle fotocamere, sfidano i genitori o il fotografo. In questo caso bisogna lavorare sulla loro fiducia, bisogna capire le loro titubanze, parlarci e superare il timore. Se non basta, allora il bambino va preso in modo diverso: promettetegli un regalo, un gioco, un dolce. Nel momento dello shooting non ci sono limiti, tutto è permesso». 

 

Foto ai bimbi e ai neonati

 

«Per noi fotografare i bambini è stata una scelta naturale. E, esattamente come nel caso dell'orologio biologico, ci siamo sentiti predisposti verso di loro.

 

In generale, fotografare i più piccoli offre anche grandi soddisfazioni, le loro immagini muovono in tutti sentimenti di tenerezza e di dolcezza. Un altro importante fattore è che i bambini, a differenza di alcuni adulti, non percepiscono i "cosiddetti difetti". Anzi si piacciono e piace loro vedersi nelle foto. Essendo puri, guardano le loro immagini con ammirazione», ha affermato Melissa.

 

Dal fotografo: prima di scattare la foto, che relazione instaurare?

 

Secondo Melissa Marchetti, prima di fotografare i bambini, è meglio instaurare con loro un rapporto d'amicizia, di complicità, di armonia.

«Aspettiamo i loro tempi, ascoltiamo le loro esigenze. Li assecondiamo, giochiamo con loro, giochiamo a fare i "fotografi". Ai genitori chiediamo di lasciar fare e dire ai bambini ciò che desiderano, in quel momento non ci devono essere regole o limitazioni, altrimenti si straniscono».

Per saperne di più: Click Digital Studio (pagina Instagram @clickdigitalstudio)