Educazione

Musei per bambini: a Milano ora c’è il MuBa

MUBA_Besana_Scatole_Ph_ETestori20low
06 Febbraio 2014
Un museo dedicato interamente ai bambini. Si chiama Muba ed è un centro permanente di attività culturale e artistiche per l'infanzia. Una casa in cui tutti i bambini possono esprimere la loro creatività in un luogo, prezioso e protetto, divertirsi e allo stesso tempo.
Facebook Twitter More

Finalmente è stato inaugurato anche a Milano, come già successo a genova e a Roma, uno spazio interamente dedicato ai bambini. Si tratta del Muba, che sta per Museo dei Bambini, alla Rotonda di via Besana, un bel complesso settecentesco a due passi dal tribunale finora conosciuto e frequentato dalle famiglie del quartiere. Si tratta di un centro permanente di attività culturali e artistiche per l’infanzia, un luogo di aggregazione e svago in perenne evoluzione: insomma mostre, esibizioni interattive e didattiche, laboratori, accanto a presenze permanenti come un’area per il baratto dei giochi, un bookshop, una caffetteria e in futuro anche l’area multimediale. Il Muba ospita in modo permanente anche Remida Milano, il progetto didattico e artistico che si basa sul riuso creativo dei materiali di scarto a fini educativi, con workshop dedicati a varie fasce d’età e aperti alle scuole. (LEGGI ANCHE: MUSEI PER BAMBINI, i 10 più belli d'Italia)

Il tutto all’interno dei 1200 mq dell’ex chiesa di San Michele al centro dell’area verde, che nella bella stagione si trasforma in un giardino dove correre e giocare. “Non esiste al mondo un museo per i bambini che abbia una sede come questa, monumentale e centralissima” ha sottolineato Elena Dondina, presidente della Fondazione Muba che dal 1997 ad oggi, senza fissa dimora a Milano, ha allestito 13 esibizioni interattive e didattiche poi esportate in 50 città europee con 800.000 visitatori. Un modo per frequentare l’arte e la bellezza sin da giovani, per educare i bambini alla bellezza e alla consapevolezza (e al rispetto) del nostro patrimonio artistico.

Le novità del MuBa di Milano

Ma la nuova realtà milanese ha anche qualcosa in più rispetto a Genova e Roma, dove ci sono soprattutto installazioni permanenti. “Il MuBa ha un dna camaleontico che si reinventerà di continuo, anche in relazione a quanto succede fuori” ha detto l’assessore alla cultura Filippo del Corno. Per esempio la prima mostra-gioco, visitabile fino al 31 marzo, è “Scatole” (un percorso dedicato alla scoperta, all’esplorazione sensoriale, allo sviluppo del pensiero progettuale creativo, attraverso diverse installazioni di gioco e laboratori, indagando sull’idea di contenitore con libertà e fantasia), ma già la seconda, in concomitanza con il Salone del mobile, sarà sul design, in particolare austriaco. E poi ancora iniziative a tema in occasione di Bookcity, PianoCity, progetti e laboratori in corrispondenza delle giornate/mesi dedicati ad argomenti di attualità (l’ambiente, l’alimentazione, l’integrazione) ma anche servizi alle famiglie, campus, feste.

Insomma, una casa in cui tutti i bambini possono esprimere la loro creatività in un luogo, prezioso e protetto, divertirsi e allo stesso tempo poter partecipare fin da piccoli, attraverso il gioco, a percorsi didattici per conoscere arte e cultura.

Contiamo di garantire feste di compleanno a basso costo, organizzare campus in concomitanza con le vacanze scolastiche, un portale unico per le famiglie, gruppi di lettura di fiabe a cura di nonne e nonni” interviene l’assessore Pierfrancesco Majorino. “Perché il progetto è avere il MuBa come punto di riferimento centrale per i piccoli, ma anche investire nelle iniziative dislocate per integrare il più possibile le tante famiglie che alla parola museo o biglietto d’ingresso purtroppo si sentono ancora molto a disagio”.

All’interno della Rotonda è presente un bookshop e aprirà a brevissimo la caffetteria “Rotonda Bistro”, entrambi con proposte dedicate in modo particolare al pubblico di Muba: un’attenta selezione di libri e giochi e menù speciali a misura di bambino.

Le visite-gioco sono organizzate per turni: al mattino le scuole e nel pomeriggio e nei fine settimana le famiglie, suddivisi in cinque turni a numero chiuso, dalle 10 alle 17.30, fino a esaurimento posti.

Orari e info

Orari: lunedì 9.30-15.30, dal martedì al venerdì 9.30-18.30, sabato, domenica e festivi 10-18.30 (con percorsi guidati che partono alle 10, 11.30, 14, 15.45, 17.30).

Biglietto: 8 € bambini, 6 € adulti.

Info: www.muba.it

Ti potrebbe anche interessare:

MUSEI PER BAMBINI: i 13 più belli d'Italia.

15 consigli per potenziare la creatività dei bambini

Leggi anche l'articolo Al museo senza noia

Vuoi chiedere consiglio a altre mamme e papà? Entra nel forum di nostrofiglio.it!