Iniziative che nascono dal web

Primo flashmob per la lettura ad alta voce ai bambini

Flashbook-letture-a-ciel-sereno.jpg
05 Luglio 2012
Un'associazione di mamme milanesi e due gruppi di Facebook con la passione per la letteratura per l'infanzia hanno dato vita a un originale esperimento: il primo flashmob italiano dedicato alla lettura ad alta voce per i più piccoli. Lo hanno chiamato Flashbook. Nei parchi, nelle piazze, tra biblioteche e librerie, gli appuntamenti si stanno moltiplicando lungo tutto lo Stivale. Per tutto il mese di luglio, lettori volontari si mettono al servizio dei bambini per regalare, anche tra il verde, il piacere di una bella storia.
Facebook Twitter More

In un (caldo) pomeriggio milanese, in un dignitoso parco di quartiere, zeppo di bimbi di ogni età accalcati nelle zone di ombra (e vicino alla 'piscina' portata da una giovane e impavida mamma), improvvisamente cala una sorta di silenzio. Le testoline si girano tutte, quasi all'unisono, nella stessa direzione, le braccia si alzano per indicare che sta accadendo qualcosa di 'strano'.

Certo, è una cosa mai vista: una sorridente e (alta) signora ha steso una coperta sull'erba, ci ha messo sopra libri di ogni dimensione e ha iniziato a gesticolare, invitando i bimbi a sedersi vicino a lei.

Quella che sembrerebbe un moderno menestrello a caccia di pubblico è Fulvia Degl'Innocenti, scrittrice per l'infanzia, giornalista e mamma che ha aderito a un progetto (davvero) speciale: Flashbook – letture a ciel sereno.

È il primo flashmob italiano (ovvero raduno in uno spazio pubblico, organizzato solo attraverso il web) dedicato alla letteratura per l'infanzia, lanciato per tutto il mese di luglio lungo lo Stivale. L'idea è semplice: chiunque può offrirsi volontario con una mail (flashbook.italia@gmail.com) indicando che libro ha scelto, orario e luogo - parchi, piazze, biblioteche - dove intende leggere ad alta voce. Il programma degli appuntamenti in tutta Italia, in costante aggiornamento (quasi in tempo reale), è segnalato sulla pagina Facebook dell'iniziativa.

“Ho pensato che faccio tantissime letture in libreria dove, però, non ho mai trovato così tanti bambini. A parte la scuola, per i più grandi, credo sia importante andare a portare il libro proprio dove ci sono i bimbi: nei parchi – ci dice Fulvia Degl'Innocenti.

Leggere ad alta voce è un piacere anche per chi lo fa, occorre, però, scegliere i libri giusti e catturare l'attenzione del giovane pubblico. In questo caso, io partecipo più nella veste di mamma, questo parco è vicino a casa e appena ho visto la pagina dell'iniziativa su Facebook, nata da un gruppo di mamme, ho detto subito 'ci vengo!' - racconta la scrittrice che ha catalizzato i bimbi con la lettura di ben 4 libri (J. Fardell, Ti mangio, Il Castoro; F. Degl'Innocenti, La coccinella senza puntini, Lavieri e Una stella tutta per me, Piemme; J. Feiffer, Abbaia George!, Salani). Perché le storie sono come le ciliegie, una tira l'altra!”.

Mamme 'social' e cantastorie

Lungo tutto lo Stivale ci sono stati finora 30 diversi appuntamenti, 47 i libri letti, 48 i lettori volontari registrati. Gli appuntamenti di lettura previsti per i prossimi giorni sono oltre 100 (ma ogni giorno arrivano nuove iscrizioni).

Ma perché e da chi è nato questo progetto? “Il progetto è nato quando MaMi - Mamme a Milano, con l'idea di conoscere meglio i libri per l'infanzia, incontra su Facebook i gruppi Libri e Marmellata e Letteratura per l'infanzia. Il colpo di fulmine è immediato: ci sono libri bellissimi, storie appassionanti, che spesso non superano la prova degli scaffali del supermercato e che quindi non arrivano alle famiglie”, spiega Renata Guizzetti, Vicepresidente dell’Associazione MaMi – Mamme a Milano e promotrice dell’iniziativa Flashbook - letture a ciel sereno.

“Che peccato! Bisogna fare qualcosa. Federica (Gruppo Facebook Libri e Marmellata) sulla sua pagina racconta di quando, al campeggio coi figli, ogni tanto tira fuori un libro e comincia a leggere. La lettura dal basso, come la chiama lei. A me viene in mente che faccio la stessa cosa con le canzoncine e che è sorprendente come una storia, o una canzone, possano attirare l'attenzione dei bambini, se ben orchestrate. Qui a Milano ci sono stati i giorni di Macao, giovani artisti occupano i palazzi per segnalare che a loro mancano gli spazi e l'attenzione. Fanno anche flashmob. E allora, perché non organizzare un flashmob per portare l'attenzione su libri belli e sull'importanza di leggere ai bambini?”.

Da queste premesse è nato Flashbook – letture a ciel sereno, a giugno è stata creata la pagina su Facebook ed è stata inviata una mail di invito con la presentazione del progetto e del materiale (logo, locandina evento, bibliografia) a bibliotecari e librai di tutta Italia: “Solo ad alcuni – precisa la promotrice - non è facile costruire una mailing list in 15 giorni!”.

L'obiettivo è infatti coinvolgere bibliotecari, educatori, librai, genitori, con la passione per la lettura e la voglia di farlo per i più piccoli, in pubblico, scegliendo un posto della loro città.

“Io sto a Milano, Federica sta a Roma, Angela a Foggia (Gruppo Facebook Letteratura per l'infanzia)... Allora, abbiamo pensato, organizziamo un flashmob in tutta Italia, così non c'è il problema delle distanze. Anzi, organizziamone più d'uno, organizziamone tanti, per tutto il mese di luglio, e usiamo i social network per raccogliere le adesioni e per segnalare gli appuntamenti.

La cosa davvero sorprendente è che abbiamo dato vita al progetto meno di un mese fa. La pagina Facebook l'abbiamo aperta l'8 giugno. Forse perché le buone idee viaggiano veloci?”, conclude la Vicepresidente dell'Associazione MaMi.