Divertirsi con i bambini

Voglia di picnic? Come organizzarlo con i bambini

Di Francesca Paola Rampinelli
picnic
10 Aprile 2009 | Aggiornato il 03 Aprile 2018
La bella stagione fa venir voglia di pranzare all'aria aperta, al parco, in riva al mare, in montagna. Ai bambini l'idea piace moltissimo. Ecco come organizzare un pic nic e gli accessori indispensabili.
Facebook Twitter More

Il pic-nic è quell’evento 'straordinario' per cui tutti i bambini impazziscono, sia che si tratti di mangiare nei giardinetti sotto casa, sia che si tratti di trasportare le vettovaglie per chilometri e raggiungere il più esotico e inesplorato altipiano montano.

Sono le mamme, che di solito preparano e trasportano le vettovaglie, oltre a gestire la truppa in trasferta e a raccogliere i resti, a essere solitamente meno entusiaste dell’iniziativa. Ecco alcuni suggerimenti per un pic nic coi fiocchi.

 

CHE COSA PREPARARE 

 

Per il pic nic si può preparare qualcosa di semplice e veloce oppure un pranzo appetitoso. Dipende dal tempo che avete e dalla vostra voglia di cucinare.

 

Un classico intramontabile del pic-nic è il panino con la cotoletta fredda (ma ci si può sbizzarrire anche con altri tipi di panini e tramezzini) insieme all’uovo sodo e alla frittata, nelle sue mille varianti (con cipolla, con il prosciutto cotto, con le patate, ecc.).

Nella tradizione italiana infatti questi semplici piatti sono legati da sempre all’idea della colazione al sacco con la classica forma di formaggio e, per i più raffinati, la torta di verdure o, nel periodo Pasquale, la classica torta di pasta sfoglia con carciofi e uova.

Ad accomunare queste preparazioni, oltre alla rapidità dell’esecuzione, c’è il fatto che, una volta confezionato, si tratta di cibi facili da trasportare e da mangiare senza un piano d’appoggio, un piatto solido e delle posate.

Anche l’insalata russa infatti è uno storico piatto da pic-nic ma è molto più difficile da gestire rispetto a una agguantabile cotoletta, soprattutto per i bambini.

Mentre i grandi poi si bevono un sano bicchiere di vino rosso per riprendersi dalle fatiche della logistica, ai piccoli in queste occasioni andrebbero offerte bevande il più possibile in linea con lo stile “natura all’aria aperta” dell’occasione o cioè succhi di frutta o, meglio ancora della sane e semplice acqua.

Per concludere in gloria, frutta facile da sbucciare e la torta da pic-nic. Che per eccellenza è la crostata, di frutta fresca o marmellata, facile da mangiare in mano e che lascia sul prato una quantità di briciole sufficiente a soddisfare per un po', dopo il passaggio degli occupanti, gli abitanti autoctoni del luogo.

 

Altre idee per il pic nic

 

  • IN CAMPAGNA: tutta la famiglia in bicicletta per un rilassante pranzo sul prato. Sì all'insalata di riso o insalata di pasta. Alternativa sfiziosa: il cuscus.

  • AL MARE: sulla spiaggia o in barca, basta un po' di focaccia e frutta facile da mangiare. Un'alternativa per i gourmet: insalata di polpo e patate con prezzemolo, da gustare fredda.

  • IN MONTAGNA: un bel trekking e poi una sosta presso un punto panoramico. Nello zaino salame e formaggio da mangiare con pane nero. Per ricaricarsi cereali in barretta.

  • GRIGLIATA: alle mamme piace moltissimo perché ... fanno tutto gli uomini (una volta tanto!). Sulla griglia si può cuocere carne bianca o rossa, salsicce, bruschette, verdure.

  • VEGETARIANO: largo a torte salate solo con verdure, verdure tagliate a pezzetti (carote, finocchi, ecc.) ma anche al tofu e al seitan, soprattutto nella versione affettata per fare panini.

 

 

 

ACCESSORI INDISPENSABILI

 

Nel classico cestino del gitante non può mancare la tovaglia di cotone a quadrettoni bianchi e rossi (sono ammesse poche e rare varianti) da stendere sul prato e su cui accumulare i viveri.

Piatti, bicchieri e tovagliolini di carta, e posate, sempre di plastica, solo se strettamente necessarie, anche perché i bambini tendono a mangiare tutto in mano e, possibilmente, in movimento.

 

La borsa termica per tenere al fresco i beveraggi può essere dimenticata a casa, da chi è incaricato di trasportarla a spalle, solo se nei pressi del bivacco c’è un ruscello dalle acque gelide o se il luogo prescelto per il pranzo è vicino ad una umida e scura foresta.

Utili anche un coltellino multifunzione, un thermos per il caffè e un plaid per sdraiarsi.

E’ sottinteso che ciò, di estraneo, che arriva sul prato deve tornare indietro e che quindi un capiente sacco per la spazzatura in cui raccogliere tutti i resti ed i rifiuti è un elemento indispensabile per una gita ben riuscita.

Giochi all'aria aperta. Per i bimbi il pic nic diventa un'opportunità per divertirsi all'aria aperta e fare un po' di movimento. Che giochi potete proporgli? Se sono già grandicelli possono giocare a nascondino oppure a bandiera o fare capriole sul prato. Intramontabile è anche il tiro alla fune.Per i più piccini invece si possono pensare giochi guidati per scoprire i colori e le forme della natura. Oppure si possono imitare i versi degli animali e cantare tante canzoncine.