Nostrofiglio

Empatia

A scuola di empatia: in Danimarca si impara in classe a mettersi nei panni del prossimo

Di Niccolò De Rosa
compagne-di-classe

12 Settembre 2016
Torte al cioccolato e lezione d'emozioni in classe: sembra un racconto di Roald Dahl, ma è la scuola danese, sempre attenta allo sviluppo di personalità "felici"!

Facebook Twitter Google Plus More

La felicità è un atteggiamento mentale e, in quanto tale, occorre allenare la propria personalità a stati d'animo che possano aiutarne lo sviluppo nel corso dell'esistenza di un individuo.

 

In Danimarca di felicità se ne intendono (secondo il  World Happiness Report è il Paese con i cittadini più appagati del mondo!) e le istituzioni pensano che sia necessario imparare fin da piccoli ad essere felici: ecco perché la crescita psicologica dei giovani è considerata tanto importante quanto il mero apprendimento nozionistico tipico dell'insegnamento tradizionale.

 

In particolare, l'empatia è un concetto molto caro alla scuola danese.

 

Nella società odierna, sempre più individualista e spersonalizzante, diviene complicato immedesimarsi nelle emozioni dell'altro (empatizzare, appunto), con la conseguenza che gli individui crescono e vivono ai margini di atteggiamenti solitari e depressivi, che, specie nei paesi del Nord, possono portare anche al suicidio.

Si capisce dunque l'attenzione particolare che la Danimarca riserva alla corretta formazione della personalità dei propri studenti, i quali si trovano nel proprio calendario scolastico un'ora di "empatia" alla settimana, dai 6 fino ai 16 anni d'età. Si spera così di creare una cultura del benessere interiore che predisponga gli adulti di domani ad approcci positivi alle trame della vita.

 

Un'ora di empatia a settimana, dai 6 ai 16 anni

 

La Klassens Tid o "tempo di classe", è l'ora di empatia in cui i ragazzi parlano dei propri problemi personali o di gruppo (difficoltà nel rapportarsi con la famiglia, con i compagni, con gli amici ecc...) e imparano a comprendere ed esprimere le emozioni. Durante queste lezioni la particolare atmosfera (hygee in danese) deve essere gradevole e confortevole (allo scopo si preparano anche ottime torte al cioccolato!), in modo da stimolare i ragazzi ad analizzare con serenità i propri sentimenti e a guardare con interesse ciò che capita al prossimo.

 

FONTE: The Danish Way of Parenting: A Guide To Raising The Happiest Kids in the World, di Alexander, Sandahl. Corriere.it