Nostrofiglio

Pasquetta

Pasquetta, 5 idee per pic nic con i bambini

Di Alessia Calzolari
easter-eggs-2093315_1280

12 Aprile 2017 | Aggiornato il 28 Marzo 2018
Pasquetta è la giornata ideale per organizzare un pic nic in mezzo alla natura. Ecco 5 idee e tanti spunti per rendere questa giornata perfetta

Facebook Twitter Google Plus More

La domanda più gettonata del periodo è sicuramente “cosa si fa a Pasquetta?”. Se siete ancora indecisi, non avete programmi o temete le idee poco adatte ai più piccoli, perché non fare un bel pic nic? Ecco cinque idee per rendere perfetto il pic nic di Pasquetta con i bambini. E se dovesse piovere, basta stendere un plaid in salotto e far finta di essere in un parco, bosco oppure al mare.
 

A darci i loro preziosi suggerimenti per rendere Pasquetta a prova di bimbi ci sono Federica Zagari e Beatrice Barbieri, rispettivamente direttore amministrativo ed educatrice del Kikolle Lab di MIlano.

 

1. Il cestino da pic nic

Un pic nic che si rispetti deve avere almeno un cestino di vimini in cui trasportare vivande, piatti oppure bevande. Immancabili sono: «acqua, succo, un gustoso tramezzino, un frutto e l'ovetto di cioccolato!». Il resto delle attrezzature – piatti, bicchieri, posate, bevande, cibo, frutta fresca, un telo da stendere a terra e/o una tovaglia per i tavoli delle zone attrezzate – può poi essere gestito tra zaini e borse termiche, ben più pratiche.

 

2. Gli indispensabili

Facile ricordarsi di piatti e bicchieri, ma quando preparate il necessario per il pic nic di Pasquetta ricordatevi anche di portare dei tovagliolini, un rotolo di carta da cucina, un coltello per affettare pane o salumi, crema solare e cappellini, sacchetti per i rifiuti, fazzoletti e salviettine umidificate per le mani, uno stick contro le punture di insetti, uno spray repellente e magari qualche sacchetto o cestino per far raccogliere ai più piccoli foglie, sassolini, rametti, bacche o altri tesori naturali.

 

3. Dove andare?

L’ideale è approfittare di questa giornata per fare un pieno di natura, spazi aperti e verde. Se non avete modo di andare in campagna o in un bosco, la soluzione ideale potrebbe essere un parco cittadino: «dove ci siano alberi e prati e dove i bimbi possano essere liberi di giocare. Fate attenzione che ci siano degli angolini all'ombra dove potervi riparare lontano dalla confusione e dal sole troppo caldo».


Chi non ha idea dove organizzare il pic nic di Pasquetta può fare riferimento al sito del FAI, il Fondo Ambiente Italiano. Alcuni dei luoghi tutelati dall'ente vengono messi a disposizione dei visitatori; altri, invece, prevedono programmi con giochi, concerti e caccia alle uova adatti a tutti, come ad esempio:

In ogni caso, ponete attenzione alla scelta del luogo: è bene che sia facilmente raggiungibile e attrezzato almeno con qualche fontanella d’acqua. L’ideale sarebbe che ci fosse anche un riparo nelle vicinanze per non farvi rovinare la giornata da una pioggia improvvisa.

 

4. Quanti giochi!

Per evitare capricci, bambini poco gestibili oppure semplice noia, sarebbe opportuno partire già con qualche idea per intrattenere i più piccoli. «Approfittando del clima primaverile, è il momento giusto per riproporre giochi vintage all'aria aperta: il tiro alla fune, i giochi con la palla, la classica campana o nascondino, tutte attività adatte sia per una famiglia che per una giornata da passare insieme agli amici». Altre idee potrebbero essere: il lupo mangia frutta; la strega comanda color; un-due-tre-stella; e acqua-fuoco-fuocherello.

TANTE IDEE: Giochi da fare all'aria aperta per i bambini

 

5. La caccia alle uova

È il gioco più pasquale che ci sia e terrà occupati i bambini di tutte le età per un bel po’ di tempo. Anche se appartiene più alla tradizione anglosassone, la caccia alle uova sta entrando a far parte delle nostre abitudini. 

L’idea è quella di una caccia al tesoro in cui i partecipanti devono scovare più uova possibili di cioccolato, di plastica ripiene di piccole sorprese, oppure sode e con i gusci decorati.
 

Per organizzare una perfetta caccia alle uova, delimitate bene il campo di gioco attraverso alberi, paletti o altri punti di riferimento. Meglio scegliere una zona piccola e ben controllabile, soprattutto se i bimbi sono ancora piccoli. Ricordatevi dove avete nascosto le uova, per andare a recuperare quelle che non sono state ancora trovate: saranno il meritato premio dell’organizzatore.

Se organizzerete una caccia alle uova per tanti bambini, forse potrebbe valere la pena dividerli in squadre, in ogni caso ci vorrà un cestino a partecipante o a squadra in cui riporre i dolci tesori scovati.
 

Meglio avere a disposizione anche un piano B in caso di pioggia e prevedere una caccia alle uova casalinghe dopo il pic nic sul pavimento del salotto: scegliete una-due stanze (o tutta la casa) come campo da gioco e si parte. (Leggi anche: caccia alle uova di Pasqua, 20 appuntamenti in tutta Italia)
 

 

6. Idee per il menù

Alcuni piatti sono dei grandi classici pasquali e delle gite fuori porta come le torte salate, la frittata di spaghetti, i panini con le cotolette e le uova di cioccolato rimaste dal pranzo della domenica. Se però avete voglia di sperimentare qualcosa di diverso, ecco tre idee per arricchire il vostro cestino da pic nic.

 

LEGGI ANCHE: Menù di Pasqua, 14 ricette per festeggiare con i bambini

 

Mini muffin al cioccolato morbido, pinoli e panna

Questi soffici dolcetti possono essere serviti sia come merenda, sia come dessert e sono, inoltre, un’ottima idea per usare anche il tanto cioccolato avanzato da Pasqua. La ricetta, dal libro Muffins (di Nicola Pava, Guido Tommasi Editore), è semplice e veloce e queste tortine faranno proprio una bellissima figura accanto alla colomba e alle uova di cioccolato.

 

Tempo di preparazione

45 minuti circa

 

Ingredienti

  • 200 g di cioccolato fondente
  • 3 uova divise in tuorli e albumi
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • 55 g di farina 00
  • ½ bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di vanillina
  • 50 g di pinoli
  • 50 ml di panna liquida da montare
  • burro e farina per gli stampini

Procedimento

Sciogliete il cioccolato insieme al burro - potete farlo a bagnomaria oppure al microonde – e fate intiepidire. In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero e unitevi la farina setacciata, il lievito e la vanillina. Aggiungete ora anche i pinoli e la panna e mescolate delicatamente per amalgamare tutto. In un’altra ciotola montate a neve gli albumi, non dovranno essere troppo sodi, ma solo fermi e cremosi e tenete da parte. Incorporate ora il cioccolato fuso al composto di uova, zucchero e farina e poi – mescolando delicatamente con una spatola dall’alto verso il basso – anche gli albumi montati. L’impasto non dovrà essere necessariamente perfettamente liscio. Imburrate e infarinate gli stampini e riempiteli per 3/4 con l’impasto. Infornate a forno già caldo a 180 gradi e fate cuocere per 12-14 minuti circa.

 

Focaccia di grano saraceno

Morbida e golosa, perfetta da sola o con salumi e formaggi: non si può non amare la focaccia. Questa del blog Moretto’s Chefs, inoltre, è leggera e senza glutine: adatta, quindi, anche ai partecipanti intolleranti.

 

Tempo di preparazione

Circa un’ora + i tempi di lievitazione 

 

Ingredienti

  • 300 g di farina di grano saraceno
  • 300 ml di acqua (circa)
  • 1 bustina di lievito istantaneo per impasti salati
  • 1 cucchiaino di miele o malto
  • sale marino integrale fino e grosso
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 1 cucchiaino di bicarbonato

Procedimento

Mescolate in una ciotola la farina, un cucchiaio d’olio, il sale fino e il bicarbonato. In una ciotolina sciogliete il lievito con un cucchiaino di miele e circa 100 ml di acqua tiepida. Fate riposare qualche minuto, finché non si forma una leggera schiumetta in superficie, e aggiungete il lievito sciolto in acqua alla farina.

Iniziate a mescolare l’impasto e aggiungete altra acqua a poco a poco, fino a ottenere un impasto morbido e appiccicoso. Coprite la ciotola con della pellicola e fate lievitare la focaccia in un posto caldo per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, trasferite l’impasto in una teglia ben unta o coperta di carta da forno. Cospargete la superficie di sale grosso, fate delle fossette nella superficie dell’impasto con i polpastrelli e preparate un’emulsione versando in un barattolino un cucchiaio d’olio e due-tre cucchiai d’acqua e agitando bene. Condite la focaccia con l’emulsione e coprite nuovamente con della pellicola, prima di far lievitare la focaccia per altri 30 minuti. Cuocete a 180 gradi per circa 50 minuti.

 

Crostata salata allo yogurt con ricotta, noci e zucchine

Non c’è pic nic che si rispetti senza una torta salata. Questa proposta dal libro Alimentazione in Equilibrio (di A. Rossoni e R. Benetollo, IdeaMontagna) è resa golosa grazie alla nota croccante delle noci, mentre il gusto delicato di ricotta e zucchine piacerà anche ai bimbi.

 

Tempo di preparazione

Circa un’ora

 

Ingredienti

  • 90 g di farina di farro integrale
  • 90 g di farina di segale integrale
  • ½ cucchiaino di sale rosa dell’Himalaya
  • 2 cucchiai di acqua ghiacciata
  • 150 g di yogurt greco
  • 2 zucchine tagliate a fettine con la mandolina
  • 150 g di ricotta
  • 40 g di noci tritate grossolanamente
  • 1 cucchiaio di foglie di rosmarino tritate
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine d’oliva

Procedimento

Mettete in un robot da cucina le farine, il sale e lo yogurt e frullate a intermittenza, aggiungendo man mano anche l’acqua, fino a ottenere un impasto omogeneo. Mescolate anche la ricotta con le noci, sale, pepe e rosmarino. Stendete l’impasto su della carta da forno, ottenendo una forma tonda e – lasciando circa 3-4 cm di bordo –farcitelo con la crema di ricotta. Disponete ora le fettine di zucchina sulla ricotta, salate, pepate e terminate con un filo d’olio. Ripiegate i bordi verso l’interno e infornate a 180 gradi per 35-40 minuti.