AL MARE

Giochi da fare in spiaggia: 20 idee per bambini di tutte le età

Di Alice Dutto
ipa_almgg601d.600
28 giugno 2019
Dai castelli di sabbia al tiro alla fune, dal beach volley alla caccia al tesoro ecco tanti spunti per far divertire i vostri bambini durante le vacanze al mare

Quando arriva l’estate c’è solo un campo di gioco per i bambini che sono in vacanza al mare: la spiaggia. Per evitare che si eclissino con smartphone e tablet potete proporre loro qualche idea divertente per intrattenerli a seconda della loro età.

 

Abbiamo trovato tanti spunti nei libri “Facciamo un gioco tutti insieme! 100 proposte per rendere più belle le feste di tuo figlio” (Red Edizioni), “Il giardino dei giochi creativi” (Salani), “50 giochi divertenti” (Magazzini Salani), Il libro dei giochi.

 

 

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER BAMBINI PICCOLI (1-3 ANNI)

 


1. Salta, coniglietto, salta!
Un gioco che si può fare dai 3 anni in poi. Chiedete a tutti i bambini di saltellare come fossero dei coniglietti e a un certo punto gridate: “Attenzione, una volpe!”. In quel momento, tutti devono fermarsi e rimanere immobili; chi si muove è eliminato. Quando dite: “Il pericolo è passato”, tutti possono ricominciare a saltellare. Per movimentare un po’ il gioco potete anche variare i pericoli e aggiungere alla volpe anche un falco, un cacciatore, una macchina, ecc.

2. Castelli di sabbia
Un gioco classico e sempre attuale che si può proporre anche ai bambini un pochino più grandi. Per realizzare un castello di sabbia sarà necessario dotarsi di secchiello paletta e tanta fantasia. Ovviamente, dovete scegliere una spiaggia sabbiosa, meglio se di quella fine e dorata, senza sassolini. Potete poi decorare la vostra costruzione con pietre, rametti e nastrini. Per rendere più competitivo il gioco, potete dividervi in due squadre ed eleggere uno o più arbitri che decideranno qual è la struttura più bella. Alla fine, sarà divertente lasciare che i bambini distruggano tutto. Qui la formula per realizzare il castello di sabbia perfetto!

 

 

 


3. Tutti in piedi
Chiedete ai bambini di accovacciarsi a terra, mentre voi fate ascoltare loro una musica adatta a creare un po’ d’atmosfera. All’improvviso, interrompete la musica e dite: “Tutti in piedi!”. I bambini allora dovranno saltare in piedi. Poi dite: “Tutti seduti!” e dovranno accovacciarsi di nuovo. Fate ripartire la musica e ricominciate il gioco.

4. Staffetta speciale
Dividete i bambini (che devono avere almeno 3 anni) in due squadre. Il primo membro di ogni squadra dovrà correre fino alla linea del traguardo - che avrete precedentemente segnato sulla sabbia - toccarla con un piede e ritornare verso la linea di partenza camminando. Se si mette a correre lungo il tragitto di ritorno verrà penalizzato dall’arbitro e dovrà tornare alla linea del traguardo. Appena il primo membro della squadra sarà tornato alla linea di partenza, il secondo dovrà cominciare a correre verso il traguardo, e così via per tutti i membri della squadra. La prima squadra che terminerà la staffetta avrà vinto il gioco.

 

Per i bambini più grandi, potete rendere più difficili i movimenti da compiere. Ad esempio, potete dire ai bambini di saltellare su una gamba sola fino alla linea di arrivo e poi tornare indietro saltando su entrambe le gambe.

 


5. La corsa dei bicchierini
Stabilite una linea di partenza e un traguardo. Chiedete ai piccoli di disporsi lungo la linea di partenza e consegnate a ognuno un bicchierino pieno d'acqua. Quando dite "via", i bambini dovranno partire verso il traguardo cercando di non rovesciare nemmeno una goccia d'acqua. All'arrivo tutti saranno premiati, anche chi ha rovesciato tutta l'acqua.

 

 

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER BAMBINI DA 4 A 6 ANNI

 

1. Chi cade perde
Sistemate due secchielli per terra ad alcuni metri di distanza. Due giocatori ci salgono sopra e ognuno prende in mano l’estremità di una fune. Al “via” comincia il duello: vince chi riuscirà a far cadere l’altro dal secchiello, senza cadere a sua volta.

2. Le biglie
La prima cosa da fare è costruire una pista per le biglie nella sabbia: fate in modo che abbia dei “tranelli”, come curve inaspettate o impervi saliscendi. Mettete sulla pista una biglia per ogni giocatore e a turno fatele rotolare a colpi di schicchera (un rapido movimento della mano che viene compiuto facendo scattare l’indice sul pollice). Vince chi riuscirà a fare tre volte il giro nel minor tempo possibile.

 

 

 


3. La corsa delle carriole
Un gioco molto conosciuto e popolare, da proporre a bambini dai cinque anni in poi. Tracciate una linea di partenza e un traguardo. Dividete i bambini in coppie e in ognuna chiedete a un bambino di fare il “giardiniere” e all’altro di fare la “carriola”. I giardinieri dovranno sostenere le carriole per le caviglie, mentre le carriole dovranno camminare sulle mani. Fate in modo che le coppie si allineino sulla linea di partenza e al vostro via dovranno raggiungere il traguardo il più velocemente possibile.

4. Lo scolapasta
Dividete i giocatori in due o tre squadre e consegnate a ognuna un secchio pieno d’acqua e una spugna. Fateli mettere in fila, come per una staffetta. Il primo giocatore di ogni fila immergerà la spugna nell’acqua e poi la lancerà a un compagno che sarà a una distanza di 3 o 4 metri. Questo dovrà prendere la spugna con uno scolapasta legato in testa. Poi la potrà strizzare in una bottiglia di plastica e la rilancerà al secondo della fila, finché non finiscono i compagni di squadra. Vincerà chi riempirà di più la bottiglia d’acqua.

5. Lo Scavone
Dividete i giocatori in diverse squadre schierate intorno a un campo di gioco predefinito al cui centro ci sarà lo “Scavone” (un altro giocatore che interpreterà i panni di un animale esotico che non esce mai alla luce del giorno, ma vaga per le caverne emettendo suoni spaventosi). I partecipanti saranno numerati da uno a quanti sono i giocatori. Quando l’arbitro chiamerà un numero, questo diventerà il cacciatore: sarà bendato e dovrà lanciarsi al buio all’interno del campo per cercare di catturare lo Scavone, che potrà muoversi all’interno del campo. I compagni di squadra potranno aiutare il cacciatore bendato dandogli delle indicazioni: “vai avanti”, “indietro”, “a sinistra”, “a destra”.
Una volta catturato, i cacciatori tornano nella loro squadra e l’arbitro chiamerà altri cacciatori.

 

 

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER BAMBINI DA 7 A 10 ANNI

 

1. Il groviglio umano
Si sceglie un giocatore, nominato “sbrogliatore”, che si mette da parte e aspetta che gli altri partecipanti al gioco formino un groviglio umano. Per farlo, dovranno mettersi uno di fianco all’altro, prendersi per mano e incrociarsi passando sopra o sotto ai compagni, senza mai staccarsi. Bisogna cercare di ingarbugliarsi (senza farsi male) nel modo più complicato possibile. Lo “sbrogliatore” dovrà districare il groviglio impartendo ordini ai giocatori come, “Francesco passa sopra le braccia di Marco”, oppure “Alessandra girati su te stessa”. Anche mentre si cerca di districarsi, non si possono mai staccare le mani. Il gioco termina quando sono tornati tutti uno di fianco all’altro.

2. Il tiro a segno (con i cappelli)
Per giocare bisogna essere almeno in quattro. Mettetevi a coppie, uno di fronte all’altro a circa quattro metri di distanza. Procuratevi quattro cappelli e un lungo cucchiaio di legno. Un bambino prende i cappelli e l’altro il cucchiaio. Il primo lancia un cappello dopo l’altro al compagno che dovrà cercare di prenderli con il cucchiaio. Vince la coppia che prende più cappelli. Per complicare il gioco, potete segnare il tempo.

 

 

 


3. Caccia al tesoro
La versione più semplice può essere adatta anche ai bambini più piccoli, ma più crescono più si possono aumentare le difficoltà e intrattenere anche per un’intera giornata i ragazzi più grandi. La versione base prevede di nascondere un “tesoro” (ad esempio, caramelle o dolciumi vari) in un’area definita della spiaggia. I cercatori, in un dato tempo, dovranno trovare il tesoro. Chi lo trova può nasconderne un altro e così via.
Per i ragazzi più grandi si possono aggiungere prove e difficoltà: nel nostro articolo 10 cacce al tesoro per bambini dai 3 ai 10 anni trovate tante idee e spunti.

 

4. Il Quiddich
Il gioco di Harry Potter si può fare anche in spiaggia, con la collaborazione di almeno una decina di amici. Potete decidere di giocare a tempo, o di arrivare a un certo punteggio.
La prima cosa da fare è individuare un arbitro. Poi procuratevi 6 cerchi per fare i 3 canestri per ogni squadra, 2 bolidi (palloni leggeri), 2 pluffe (altre palle, distinte dai bolidi), 1 boccino (una pallina da ping pong) e dei nastri per delimitare il campo.
Dividete i partecipanti in due squadre, all’interno di ognuna di esse dovranno essere individuati:
- 2 cercatori, il cui compito sarà solo quello di prendere il “Boccino d’oro”, che alcuni adulti (o ragazzi più grandi) si lanceranno durante il gioco. Se un cercatore prende il boccino, fa guadagnare 150 punti alla sua squadra; poi la restituisce agli adulti che ricominciano a lanciarsela.
- 2 battitori, che devono disturbare gli avversari colpendo gli avversari con i bolidi (dal collo in giù).
- 5-7 cacciatori che si passano la Pluffa, cercando di fare canestro nei tre cerchi appesi in verticale (ogni canestro sono 10 punti).
- 1 portiere, l’unico che può stare nell’area davanti ai canestri: il suo compito è difenderli e non far fare centro ai cacciatori.

5. La statua umana
Su dei foglietti di carta scrivete due parti del corpo (ad esempio, naso-mano; orecchio schiena, e così via). Componete due squadre e a ogni giocatore date un foglietto. Il primo e il secondo leggono le istruzioni contenute e devono unire le due parti indicate. Ad esempio, se il primo ha naso-orecchio, dovrà appoggiare il proprio naso all’orecchio del secondo, ecc. Gli altri giocatori, mano mano, si dovranno appoggiare a quelli precedenti: vince la squadra che rimane più a lungo in piedi con tutte le parti indicate attaccate.

 

 

GIOCHI DA FARE IN SPIAGGIA PER RAGAZZI DAGLI 11 ANNI IN POI

 


 

1. Beach volley
Un bel modo per far divertire i ragazzi più grandi è quello di puntare sull’attività fisica. Delimitate il campo di gioco (da regolamento è 8x16 metri) e fissate una rete all'altezza di 2,24 metri per le ragazze e 2,43 metri per gli uomini. Ogni partita viene giocata da due squadre di due giocatori ciascuna e non sono previsti cambi. Si vince la partita al meglio di tre set da 21 punti ciascuno.

2. Il tiro alla fune
Un altro classico dei giochi all’aperto è il tiro alla fune. Dividetevi in due squadre cercando di renderle equilibrate per tipologia di giocatori e allineatevi ai due capi di una fune. Sulla metà di questa viene legato un nastro che viene messo in corrispondenza del centro del campo di gioco (segnalato ad esempio da un rametto). L’obiettivo di ogni squadra è tirare l’altra dall’altra parte del campo di gioco.

 


3. Caccia alla piuma
Un gioco creativo da fare in nove o più giocatori. Formate almeno due squadre e scrivete i nomi di queste sui secchielli. Mettete una scala o uno sgabello in mezzo al campo e appoggiate i secchielli a circa sei passi da questa. Il giudice si siede sull’ultimo scalino della scala con un catino pieno di piume. L’arbitro sparge le piume in aria una manciata alla volta, cercando di spingerle lontano dalla scala. I giocatori devono prendere le piume al volo con un cucchiaino che gli è stato dato in dotazione e portarle nel contenitore della propria squadra. Chi le raccoglie da verrà verrà eliminato. Vince la squadra che dopo tre minuti raccoglie il maggior numero di piume.

4. Nordisti e Sudisti
Si formano due squadre con un egual numero di giocatori, che avranno una bandiera ciascuna da nascondere. Dividete il campo da gioco in due parti: una per la squadra dei nordisti e una per quella dei sudisti. Tutti avranno uno scalpo. Lo scopo del gioco è fare più prigionieri togliendo lo scalpo a quanti più avversari possibile e trovare la bandiera nemica. Ogni partecipante può catturare un nemico alla volta e dovrà accompagnarlo in prigione (in quel momento, non potrà essere catturato da nessun altro). Chi trova la bandiera, invece, deve portarla in prigione senza farsi prendere, altrimenti la sua squadra perde.

5. Waterball

 

Riempite d'acqua dei palloncini gonfiabili. Tracciate una linea sul terreno al centro del campo e create due squadre di numero pari di giocatori, che si dovranno mettere l'una di fronte all'altra. Ogni coppia tiene un telo da mare aperto e lo usa per ricevere e lanciare i palloncini pieni d'acqua alla squadra avversaria. Chi fa cadere il gavettone non riesce a buttarlo oltre la riga o lo fa scoppiare riceve un punto. Quando si arriva a tre punti, la coppia è eliminata. Si gioca a manche.