Abitudini alimentari

Mangiare insieme aiuta il bambino ad andare meglio a scuola

famigliacena
11 Settembre 2014
Mangiare tutti insieme fa bene. Il 10% dei bambini dai sei agli undici anni d'età, che fanno i pasti con mamma e papà hanno migliori abilità sociali e un miglior rendimento scolastico.
Facebook Twitter Google Plus More

Nell'era della fretta e dei social media, non sempre si ha il tempo per stare a tavola tutti insieme. Per praticità soprattutto in settimana si rischia di non mangiare tutti insieme, di far mangiare i bimbi presto per poi farli andare a dormire. Eppure uno studio americano rivaluta l'importanza del pranzo comunitario. Mangiare insieme a tutta la famiglia farebbe infatti bene ai bambini: aumenterebbe infatti la concentrazione dei bambini e la loro socialità.

 

Questo è l'esito di una ricerca condotta da un gruppo di ricercatori dell'Università dell'Oklahoma e pubblicata sulla rivista "Journal of Family Psychology" di agosto. 

 

Almeno 4 pasti insieme alla settimana

 

Gli scienziati hanno studiato le abitudini alimentari di oltre 24.000 bambini tra i 6 e gli 11 anni. Sono state poi analizzate: le competenze sociali, i problemi comportamentali e il rendimento scolastico. 

 

Ne è emerso che in media in America si hanno circa 5,3 pasti insieme in famiglia alla settimana. E, più spesso il bimbo mangia insieme ai propri familiari, più aumentano le sue competenze sociali e il rendimento a scuola.

 

I ricercatori non hanno specificato il numero di pasti ideali da condividere con la famiglia, ma sono convinti che almeno 4 siano necessari.  "E' possibile che le caratteristiche organizzative dei pasti in famiglia - hanno detto i ricercatori - forniscano una struttura, un ordine e una prevedibilità che fornisce stabilita' ai bambini".

 

Fonte: American Psychological Association