Bambini e salute

Pidocchi: il trattamento

Di Nostrofiglio Redazione
12 marzo 2012
Infestano le teste dei bambini e sembrano refrattari a qualsiasi tentativo di prevenire il loro sgradito arrivo: sono i pidocchi del capo, ormai ubiquitari nelle scuole e nelle comunità come asili nido e palestre. Non rispettano nemmeno più la stagionalità. Come trattare persone, casa e ambiente.
pidocchi_bambino.1500x1000

bambina_vestito.1500x1000

Prima di tutto...

Prima di applicare i trattamenti, è bene togliere vestiti che potrebbero macchiarsi. Molte delle sostanze utilizzate sono infatti difficili da eliminare dall’abbigliamento.

capelli.1500x1000

Questione di capelli

Applicate il prodotto seguendo rigorosamente le istruzioni scritte nella confezione. Se la persona ha capelli molto lunghi, una sola confezione potrebbe non essere sufficiente. Fate particolare attenzione al tempo di posa e alle modalità di risciacquo.

tessuti.1500x1000

Vestiti puliti

Dopo il trattamento è opportuno indossare vestiti puliti.

bambina_capelli.1500x1000

Pidocchi in difficoltà

Se vedete pidocchi ancora vivi ma che si muovono con difficoltà a 8-12 ore dal trattamento, non è necessario fare un secondo trattamento: alcuni insetticidi uccidono il parassita piuttosto lentamente.

bambini_pidocchi.1500x1000

E non in difficoltà...

Se dopo 8-12 ore i pidocchi si muovono con la stessa velocità di prima, significa che il prodotto non ha fatto effetto. Bisogna rifare il trattamento con una sostanza diversa.

pettinino_pidocchi.1500x1000

L'importanza del pettinino

Dopo il trattamento, è indispensabile eliminare meccanicamente le uova con l’apposito pettinino a denti stretti contenuto nelle confezioni di prodotto o acquistabile a parte. Un pettine normale non basta, poiché i denti sono troppo distanti per strappare la lendine dal capello.

capelli_bambino.1500x1000

Per una settimana...

Ogni giorno per circa una settimana dopo il trattamento è necessario procedere a un controllo di tutta la capigliatura e all’eliminazione di eventuali uova residue con il pettinino. Le uova rimaste sul pettinino vanno raccolte con un fazzoletto di carta da buttare accuratamente nella pattumiera. Lo stesso procedimento va portato avanti anche dopo il secondo trattamento, da effettuare circa una settimana dopo il primo.

bambina_negare.1500x1000

No ai mix

È assolutamente controindicato mescolare prodotti diversi nello stesso trattamento.

|
TI POTREBBE INTERESSARE