A Milano

L'architettura spiegata ai bambini

Di Nostrofiglio Redazione
tre-porcellini.180x120
22 aprile 2009
Le Corbusier, Frank Lloyd Wright e Frank Gehry. In arte, i tre piccoli porcellini. Fresco di stampa un libro che reinterpreta un classico della letteratura infantile e spiega l'architettura ai più piccoli. Le tavole originali sono esposte nello spazio Corraini durante il Salone del mobile.

C’erano una volta tre piccoli porcellini che ... armati di squadra, progetti e martello, lasciano la casa dei genitori e se ne vanno in giro per il mondo. Si chiamavano Le Corbusier, Frank Lloyd Wright e Frank Gehry. Tre grandi architetti del Novecento.

 

Il primo, Le Corbusier, costruisce una casa fatta di rottami e lamiera, il secondo, Frank Loyd Wright, una casa di vetro, e il terzo una casa di pietra e cemento. Ma come in ogni favola che si rispetti, sfrecciando su una Voxan GTV 1200 (design Philippe Starck), il lupo cattivo non tarda ad arrivare. Riusciranno i tre porcellini a salvare dal lupo Villa Savoye, la Casa sulla cascata e House Gehry?

 

Come per Riccioli d’oro e i tre orsi, Steven Guarnaccia dunque reinterpreta un classico delle favole attraverso gli occhi dell’architetto e del designer. Parla di case famose, monumenti dell’architettura del Novecento. Ma non solo: oggetti di design, strumenti di lavoro, schizzi e aneddoti.

 

Le tavole originali del libro 'I tre porcellini' (pubblicato a marzo 2009, prezzo 16 euro), sono esposte durante il Salone del Mobile a Milano nello spazio Corraini in via Montevideo 5. In mostra anche prototipi di Ricardo Blumer, Riccardo Dalisi e Martì Guixé, che hanno disegnato la loro casa ideale per i tre porcellini.

 

Domenica 26 aprile alle 11 è previsto un brunch per i bambini la storia dei tre porcellini verrà letta ad alta voce da Giusi Quarenghi.

 

Info: Corraini Montevideo Via Montevideo, 5 20144 Milano Tel. 02 36512333 montevideo@corraini.com www.corraini.com

 

Chi è Steven Guarnaccia

Illustratore e designer, Steven Guarnaccia vive e lavora a New York. Le sue tavole sono pubblicate su numerose riviste e quotidiani, fra cui il New York Times, di cui è stato per tre anni art director della pagina delle opinioni. Collaboratore del MoMA e di numerose aziende nel campo del design industriale, ha disegnato diversi modelli di gioielli, orologi (Swatch) e murales (Disney Cruise). Ha pubblicato numerose raccolte illustrate di palindromi, libri per ragazzi e libri pop-up. È stato a lungo collaboratore di Abitare e pubblica libri per le Edizioni Corraini. Ora è responsabile del Dipartimento di Illustrazione alla Parsons The New School for Design.