A Milano

L'architettura spiegata ai bambini

tre-porcellini
22 Aprile 2009
Le Corbusier, Frank Lloyd Wright e Frank Gehry. In arte, i tre piccoli porcellini. Fresco di stampa un libro che reinterpreta un classico della letteratura infantile e spiega l'architettura ai più piccoli. Le tavole originali sono esposte nello spazio Corraini durante il Salone del mobile.
Facebook Twitter More

C’erano una volta tre piccoli porcellini che ... armati di squadra, progetti e martello, lasciano la casa dei genitori e se ne vanno in giro per il mondo. Si chiamavano Le Corbusier, Frank Lloyd Wright e Frank Gehry. Tre grandi architetti del Novecento.

Il primo, Le Corbusier, costruisce una casa fatta di rottami e lamiera, il secondo, Frank Loyd Wright, una casa di vetro, e il terzo una casa di pietra e cemento. Ma come in ogni favola che si rispetti, sfrecciando su una Voxan GTV 1200 (design Philippe Starck), il lupo cattivo non tarda ad arrivare. Riusciranno i tre porcellini a salvare dal lupo Villa Savoye, la Casa sulla cascata e House Gehry?

Come per Riccioli d’oro e i tre orsi, Steven Guarnaccia dunque reinterpreta un classico delle favole attraverso gli occhi dell’architetto e del designer. Parla di case famose, monumenti dell’architettura del Novecento. Ma non solo: oggetti di design, strumenti di lavoro, schizzi e aneddoti.

Le tavole originali del libro 'I tre porcellini' (pubblicato a marzo 2009, prezzo 16 euro), sono esposte durante il Salone del Mobile a Milano nello spazio Corraini in via Montevideo 5. In mostra anche prototipi di Ricardo Blumer, Riccardo Dalisi e Martì Guixé, che hanno disegnato la loro casa ideale per i tre porcellini.

Domenica 26 aprile alle 11 è previsto un brunch per i bambini la storia dei tre porcellini verrà letta ad alta voce da Giusi Quarenghi.

Info: Corraini Montevideo Via Montevideo, 5 20144 Milano Tel. 02 36512333 montevideo@corraini.com www.corraini.com

Chi è Steven Guarnaccia

Illustratore e designer, Steven Guarnaccia vive e lavora a New York. Le sue tavole sono pubblicate su numerose riviste e quotidiani, fra cui il New York Times, di cui è stato per tre anni art director della pagina delle opinioni. Collaboratore del MoMA e di numerose aziende nel campo del design industriale, ha disegnato diversi modelli di gioielli, orologi (Swatch) e murales (Disney Cruise). Ha pubblicato numerose raccolte illustrate di palindromi, libri per ragazzi e libri pop-up. È stato a lungo collaboratore di Abitare e pubblica libri per le Edizioni Corraini. Ora è responsabile del Dipartimento di Illustrazione alla Parsons The New School for Design.