Curiosità

La scuola più piccola del mondo è ad Alpette (TO)

Di Nostrofiglio Redazione
scuola_di_Alpette2.180x120
13 giugno 2014
La scuola primaria di Alpette, un comune di 277 abitanti in provincia di Torino, ha un'alunna e una maestra. La storia è stata portata alla ribalta internazionale dal quotidiano inglese Daily Mail

La scuola più piccola del mondo? E’ in provincia di Torino, ad Alpette, un comune di 277 abitanti (fonte Wikipedia): la scuola primaria è infatti frequentata da una sola alunna, Sofia, di otto anni e dalla sua maestra Isabella Carvelli, 33 anni.

 

La storia è stata portata alla ribalta internazionale dal quotidiano inglese Daily Mail qualche giorno fa.

 

 

 

La piccola Sofia ha ammesso di sentirsi sola e che a volte si immagina altri scolari nella classe insieme a lei. “Metto una giacca su una sedia vicino alla mia, poi apro un libro su un altro banco e mi immagino che ci siano altri compagni.”

 

 

 

Non è sempre stato così. L’anno scorso la scuola ospitava altri quattro scolari che dopo aver finito la scuola primaria si sono trasferiti in una scuola media vicina. Il prossimo anno scolastico invece la raggiungeranno altri bambini che stanno finendo la scuola dell’infanzia.

 

 

 

Quest’anno però l’ha trascorso sola soletta. Con almeno uno scolaro, è stato infatti deciso che la scuola sarebbe rimasta aperta.

 

La maestra Isabella ha detto al Daily Mail: “Non sapevo neanche dove fosse Alpette ma ho accettato l’incarico. E’ stata un’esperienza molto positiva. Le mie lezioni sono state come se avessi avuto 20 alunni. Tutto normale insomma tranne molta più calma in classe”.

 

Le materie preferite di Sofia sono italiano e inglese; la bambina inoltre ama molto fare gite nelle montagne vicine. Due volte alla settimana inoltre frequenta una scuola più grande dove può socializzare con altri bambini della sua età.

 

I genitori di Sofia, Fiorella Vincenzi di 50 anni e Giuseppe Viola di 57 non si lamentano della situazione. “Non è male che quest’anno abbia avuto un’insegnante tutta per sé. E’ un po’ strano ma il prossimo anno ci saranno altri alunni e non si sentirà più sola.

 

 

 

Leggi anche altri articoli sul tema Scuola Primaria

 

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. Mio figlio ha un amico immaginario