Nostrofiglio

Legge di Bilancio 2018

Legge di Bilancio: le novità del 2018 per la scuola

Di Niccolò De Rosa
ipa_f29bjt

04 Dicembre 2017
Battute finali per la Legge di Bilancio 2018 che, se approvata, porterà alcuni cambiamenti nella gestione della scuola italiana. Ecco quali

Facebook Twitter Google Plus More

La Legge di Bilancio per l'anno che verrà sta per essere approvata (già incassato l'ok definitivo del Senato) e con essa molti provvedimenti che introdurranno significative novità nella gestione di risorse e personale del mondo Scuola.

 

Uscita autonoma

Una delle voci più attese, benché sostanzialmente ininfluente dal punto di vista economico-gestionale, riguarda la questione dell'uscita autonoma da scuola che tanto ha tenuto banco in questi mesi.

Per la gioia di genitori e docenti infatti, nell'emendamento definitivo verrà inserita la modifica che permetterà ai minori di 14 anni di tornare a casa da soli, naturalmente previa autorizzazione di genitori o tutori.

 

 

Obbligo vaccinale

Come già abbondantemente annunciato, dall'anno scolastico 2018/2019 gli istituti dovranno trasmettere alla Asl locali soltanto l’elenco degli iscritti e acquisire successivamente la documentazione necessaria per comprovare la situazione vaccinale sui minori segnalati dalle stesse Asl perché ancora non in regola con gli obblighi vaccinali. Tutto ciò andrà eseguito entro il 10 marzo 2018.

 

Concorso DSGA

La Manovra sancirà anche lo stanziamento di fondi per un nuovo concorso per Dirigenti Scolastici (Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi). Il bando sarà pubblicato entro il 2018.

 

Sostituzione personale ATA

Novità anche per le supplenze del personale Ata. In caso di assenze infatti, sarà possibile sostituire assistenti amministrativi e tecnici anche per supplenze brevi (inferiori cioè ai 7 giorni).

 

Alternanza scuola-lavoro

L'approvazione della legge porterà anche allo stanziamento di 50 milioni di euro per finanziare il nuovo sistema di alternanza scuola-lavoro.

Secondo l’emendamento approvato, le risorse “sono a valere sulle risorse del Fondo sociale per l’occupazione e la formazione”.

Scuole belle

Per quanto riguarda gli interventi di piccola manutenzione e pulizia delle strutture scolastiche, la Manovra riconferma un piccolo tesoretto destinato all’acquisizione da parte delle scuole dei servizi di pulizia e degli altri servizi ausiliari, degli interventi di mantenimento del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici.

 

Aumenti stipendiali

Ulltima, ma importante voce concerne il paventato aumento dei salari per gli insegnanti. Filtra ancora incertezza per quanto riguarda gli stipendi dei docenti (probabilmente 80 euro lordi in più), mentre per i dirigenti scolastici gli emulamenti dovrebbero crescere di 200-250 euro.

 

FONTI: Orizzontescuola.it; Miuristruzione.it, Miur.gov.it