Istruzione

Scuola, tutto pronto per il maestro unico

Di Chiara Lupi
governo
29 Ottobre 2008
Oggi il ministro Gelmini firma la circolare sull'iscrizione degli alunni a tutte le scuole. Quest'anno il termine è stato spostato dal 31 gennaio al 28 febbraio. Ecco che cosa cambia.
Facebook Twitter Google Plus More

Il maestro unico è pronto al debutto. Oggi il ministro dell'istruzione Mariastella Gelmini firma la circolare che contiene le istruzioni per le iscrizioni degli alunni alle scuole dell'infanzia e a tutte le scuole di ogni ordine e grado. Quest'anno il termine per le iscrizioni è stato spostato dal consueto 31 gennaio al 28 febbraio. Ecco le principali novità per i genitori.

SCUOLA DELL'INFANZIA

  • Le iscrizioni sono aperte per i bambini che compiono tre anni entro il 31 dicembre 2009. Possono essere iscritti anche i bambini che compiono i tre anni entro il 30 aprile 2010, ma solo in presenza di determinate condizioni (disponibilità di posti, esaurimento delle eventuali liste d'attesa).

  • Le ore settimanali previste sono 40 (otto al giorno), con la possibilità, a richiesta, di arrivare a 50.

  • Prosegue l'esperienza delle sezioni primavera per i bambini dai 2 ai 3 anni.

SCUOLA ELEMENTARE

  • Obbligo di iscrizione per i bambini che compiono sei anni entro il 31 dicembre 2009.

  • Possono iscriversi anche i bambini che compiono i sei anni entro il 30 aprile 2010.

  • I genitori, al momento dell'iscrizione, possono esprimere le preferenze tra due modelli base: uno di 24 e l'altro di 27 ore. Le famiglie possono anche scegliere il modello a 30 ore o il tempo pieno (40 ore).

  • Per le prime classi sarà introdotto il maestro unico. Per le classi successive alla prima continua il modello in corso.

SCUOLA MEDIA (SECONDARIA DI PRIMO GRADO)

  • I genitori possono scegliere tra i modelli orari di 30 e 36 ore (prolungabile a 40 ore).

  • Nel modello a 30 ore è prevista un'ora di potenziamento della lingua italiana.

  • I genitori potranno scegliere cinque ore di inglese, anziché tre di inglese e due di un'altra lingua straniera.

  • I voti sono espressi in decimi.

  • Anche il voto in condotta è espresso in decimi: gli studenti con il 5 in pagella non possono essere ammessi all'anno successivo.

  • L'esito dell'esame di terza media è espresso in decimi.

SCUOLA SUPERIORE (SECONDARIA DI SECONDO GRADO)

  • Le riforme in questo caso entreranno in vigore dall'anno scolastico 2010/2011. Per quest'anno rimangono i modelli in corso.

Leggi anche:

La scuola migliore del mondo? In Finlandia