Ricerca

Scuola, il coinvolgimento delle famiglie fa bene agli studenti

Di Sara De Giorgi
scuolabimbi
29 Agosto 2019
Secondo uno studio recente svolto dagli psicologi dell'Università del Missouri, il coinvolgimento dei genitori nelle attività scolastiche avrebbe vantaggi sia per i bambini delle scuole elementari sia per quelli delle scuole medie. Entrambe le categorie hanno mostrato di avere meno problemi di concentrazione e problemi comportamentali, se i loro genitori avevano fatto uno sforzo maggiore per impegnarsi nella vita a scuola già dall'inizio dell'anno.
 
Facebook Twitter More

Con l'inizio della scuola, molti genitori iniziano a valutare come e in che modo impegnarsi maggiormente nelle attività scolastiche dei propri figli. E' dimostrato che il coinvolgimento e il sostegno dei genitori nell'ambito della scuola dei figli siano, infatti, molto utili. In particolare, una nuova ricerca pubblicata dagli studiosi dell'Università del Missouri sulla rivista School Psicology ha scoperto che il coinvolgimento dei genitori nella vita scolastica ha specifici effetti benefici per i giovani studenti.

 

Dopo aver esaminato più di 3170 studenti e 200 insegnanti, i ricercatori dell'Università del Missouri hanno messo in evidenza che le famiglie di ragazzi della scuola media sono meno coinvolte nelle attività scolastiche dei loro figli rispetto a quelle che hanno, invece, i bambini alle elementari.

 

Tuttavia gli studiosi hanno anche scoperto che sia i bambini delle scuole elementari sia quelli delle scuole medie hanno mostrato meno probabilità di manifestare problemi di concentrazione e problemi comportamentali alla fine dell'anno scolastico, se i loro genitori avevano fatto uno sforzo maggiore per impegnarsi nella vita a scuola già dall'inizio dell'anno.

 

Tyler Smith, ricercatore e primo autore dello studio, ha affermato: "Oltre ad avere meno probabilità di avere problemi emotivi o comportamentali in classe, abbiamo anche scoperto che gli studenti con genitori impegnati a scuola hanno chiuso l'anno mostrando migliori capacità sociali e sono stati in grado di concentrarsi su vari compiti più facilmente. Ciò significa che quando i genitori sono più coinvolti a scuola, i benefici per i figli aumentano nel tempo".

 

Secondo gli psicologi coinvolti nello studio, in generale l'impegno della famiglia nella scuola diminuisce quando si passa dalla scuola elementare alla scuola media per diversi motivi, tra cui un cambiamento nel rapporto studenti-insegnante e il desiderio dei genitori di rispettare il crescente senso di indipendenza del loro bambino.

 

TI PUO' INTERESSARE: Rientro a scuola, tutte le informazioni utili

 

"Restare in contatto con i vari insegnanti può essere più impegnativo per i genitori con bambini nella scuola media, ma lo studio dimostra che genitori e insegnanti dovrebbero continuare a fare uno sforzo per essere in contatto", ha affermato anche Keith Herman, coautore dello studio. "Ci sono molti modi attraverso i quali i genitori possono essere coinvolti senza sentirsi invadenti".

 

Ad esempio, secondo Smith, gli insegnanti potrebbero prendere in considerazione la possibilità di invitare i genitori a eventi speciali o assegnare incarichi agli studenti che coinvolgono i loro genitori, in modo che i ragazzi iniziano a costruire queste relazioni in modo naturale.

 

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA: