Consigli ai genitori

Scuola, l'alimentazione corretta per affrontare il rush finale

librimela
30 Aprile 2013 | Aggiornato il 22 Maggio 2017
Qual è l’alimentazione giusta del piccolo studente? La prima regola è fare una buona colazione. Tutti i consigli di Giovanna Tripodi, neuropsichiatria infantile presso l’Unità Operativa Complessa di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria.
Facebook Twitter Google Plus More

La scuola sta per finire, siamo nel bel mezzo di verifiche e delle interrogazioni di fine anno. Come aiutare i piccoli studenti? Ecco cinque regole da seguire

Mai saltare la colazione. Qual è l’alimentazione giusta del piccolo studente?

 

Una buona colazione.

La prima regola è fare una buona colazione” afferma Giovanna Tripodi, neuropsichiatria infantile presso l’Unità Operativa Complessa di Pediatria dell’Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria.: “con la fretta di andare a scuola, è un pasto che spesso si salta, soprattutto adesso che fa caldo ed è facile essere un po’ più inappetenti. Ed è un errore, perché si tratta di un pasto fondamentale per dare la giusta carica di energia. La colazione giusta? Latte, biscotti, marmellata: se il latte caldo in questa stagione non piace, va bene anche un bicchiere di latte fresco, oppure uno yogurt”.

 

Spuntino di metà mattina.

Quello ideale è a base di frutta. La scelta in questo periodo è vasta: ciliegie, albicocche, banane, sono tutti frutti facili da portare nello zaino, che non sporcano e non richiedono posate.

 

Pranzo leggero ma completo.

A pranzo, non può mancare un bel piatto di pasta, accompagnata con verdure di stagione: insalata di pasta con pomodorini freschi e mozzarella, pasta e piselli, pasta con le zucchine e formaggio a dadini, pasta al pesto: sono primi piatti veloci da preparare, che possono costituire anche un piatto unico e sono di solito graditi anche dai più piccini.

 

La merenda.

A metà pomeriggio, la merenda migliore è a base di yogurt o frutta: niente merendine o panini super-farciti, che appesantiscono eccessivamente la mente. Se fa caldo, ok anche ad una porzione di gelato.

 

A cena niente cola.

Per cena, una pietanza a base di carne o pesce ed un contorno di verdurine fresche (magari di tanti colori diversi, così da essere più appetibili). Come bibite, evitiamo le bevande gassate e in particolare la coca-cola, che contiene caffeina e potrebbe interferire con il sonno: l’acqua è sempre la bevanda migliore, in qualunque momento del giorno.