Scuola

Scuola: serve il consenso informato dei genitori per attività extracurricolari

Di Nostrofiglio Redazione
buf150515c_46825181_300.600
8 luglio 2015
Nessuna attività extracurriculare potrà essere avviata a scuola senza il consenso informato da parte dei genitori. Lo stabilisce una circolare del ministero dell'istruzione. Soddisfatte le associazioni dei genitori

Le associazioni di genitori AGE, AGESC, FAES e MOIGE esprimono il loro apprezzamento per la circolare sul consenso informato emanata dal Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, che ribadisce come nessuna attività extracurriculare potrà essere avviata senza il consenso informato da parte dei genitori. È quanto si legge in una nota del Moige.

 

Si legge nella nota: "Un aspetto fondamentale, necessario per ribadire la necessità del confronto preventivo con le famiglie sui temi che riguardano da vicino la crescita e l’educazione dei nostri figli".

 

E ancora: "Garantirne l’effettiva attuazione vuol dire tenere fede alla nostra Costituzione, che riconosce ai genitori un ruolo centrale e prioritario nell’educazione. Con questa circolare il Governo evidenzia come la “Buona Scuola” non possa prescindere dalle famiglie, che oltre a essere sempre informate sui temi “sensibili”, devono effettivamente godere della libertà di scelta educativa sancita costituzionalmente”.