Iscrizione scuola

Scuole, iscrizioni dal 3 al 28 febbraio

Di Nostrofiglio Redazione
scuola.180x120
27 gennaio 2014
Dal 27 gennaio si può già fare la registrazione on line. Le iscrizioni invece sono aperte dal 3 fino al 28 febbraio. Riguardano tutte le scuole statali, escluse quelle dell'infanzia.

Dal 3 al 28 febbraio i genitori potranno iscrivere i figli a scuola. Anche quest’anno le iscrizioni vanno fatte on line sul sito del ministero dell'istruzione. Questo sistema è obbligatorio per le scuole statali (escluse quelle dell’infanzia). Mentre è facoltativo per le paritarie. Per quest’ultime l’iscrizione online è facoltativa, quindi meglio chiedere al singolo istituto come procedere.

 

Per iscriversi alla prima classe di primarie, medie o superiori, è necessario, prima, registrarsi.

 

La registrazione avviene on line sul sito del ministero e si può fare già dal 27 gennaio. Come si fa? Il genitore deve prima di tutto compilare e inviare un modulo dove dovrà indicare una mail e scegliere una password (da conservare fino alla domanda all’istituto). Inviato il modulo, il genitore riceverà alla mail indicata un messaggio con un link.

 

Cliccando su questo link confermerà la registrazione (attenzione: questa operazione deve essere eseguita entro 24 ore dalla ricezione della email, pena la perdita della procedura). Appena confermata la registrazione, il genitore riceve, sempre per mail, un codice che serve per presentare la domanda di iscrizione alla scuola (chi ha più figli da iscrivere in più scuole, usa lo stesso codice).

 

A questo punto ci si può iscrivere alla scuola. Sempre sul sito del ministero si entra nell’applicazione inserendo il codice utente e la password e si clicca su: presenta nuova domanda di iscrizione. Qui si possono indicare tre scuole in ordine di preferenza. Una volta compilata la domanda e inviato il modulo, l’utente riceverà una mail di conferma, come ricevuta di presentazione domanda (da conservare).

 

Questo servizio è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni. Il ministero avverte che presentare per primi la domanda non serve per avere la priorità di iscrizione.