Nostrofiglio

Ortografia

Si scrive unito o separato? 111 errori ortografici molto comuni (non solo tra bambini)

Di Sara De Giorgi
scuola

27 Novembre 2015 | Aggiornato il 31 Agosto 2017
Può accadere che spesso anche gli adulti abbiano incertezze sulla corretta grafia di alcune parole ed espressioni. Al fine di conoscere la giusta ortografia dei termini e di poterla trasmettere ai bambini, l'Accademia della Crusca stabilisce le risposte ad alcuni dubbi relativi agli errori più comuni compiuti dagli italiani, in particolare riguardanti la scrittura unita o separata di congiunzioni, avverbi, locuzioni avverbiali e preposizionali di alta frequenza.

Facebook Twitter Google Plus More

Secondo l'Accademia della Crusca sono molti i dubbi degli italiani sulla corretta grafia di alcune parole ed espressioni. In particolare, si tratta di dubbi relativi alla scrittura unita o separata di congiunzioni, avverbi, locuzioni avverbiali e preposizionali di alta frequenza.

 

Le parole o espressioni che devono essere scritte SEMPRE separate sono le seguenti: 

 

1. a fianco

2. a meno che

3. a posto

4. a proposito

5. al di là

6. al di sopra, al disopra

7. al di sotto, al disotto

8. all'incirca

9. d'accordo

10. d'altronde

11. in quanto

12. l'altr'anno

13. per cui

14. poc'anzi

15. quant'altro

16. senz'altro

17. tra l'altro

18. tutt'altro

19. tutt'e due

20. tutt'oggi

21. tutt'uno

 

Invece le parole o espressioni che nell'italiano standard di oggi sono scritte SEMPRE unite sono le seguenti:

 

22. abbastanza

23. affatto

24. allora

25. allorché

26. almeno

27. altrimenti

28. ancorché

29. apposta

30. appunto

31. benché

32. bensì

33. chissà

34. davanti

35. davvero

36. dinanzi, dinnanzi

37. dopodomani

38. dovunque

39. ebbene

40. eppure

41. fabbisogno

42. finché

43. finora

44. giacché

45. infatti

46. inoltre

47. invano

48. invero

49. laggiù

50. malgrado

51. neanche

52. nemmeno

53. neppure

54. nonché

55. oppure

56. ossia

57. ovvero

58. ovverosia

59. perciò

60. perfino

61. pertanto

62. piuttosto

63. poiché

64. pressappoco

65. purtroppo

66. quaggiù

67. qualcosa

68. qualora

69. quassù

70. sebbene

71. seppure (anche se pure)

72. sicché

73. siccome

74. sissignore

75. soprattutto

76. sottosopra

77. talmente

78. talora

79. talvolta

80. tuttavia

81. tuttora

 

Ci sono parole o espressioni che possono invece essere scritte sia unite sia separate: in alcuni casi, segnalati tra parentesi, una delle due forme è registrata come meno comune.

 

82. anzitempo, anzi tempo      

83. anzitutto (mai anzittutto), anzi tutto (meno comune)

84. casomai (meno comune), caso mai

85. cionnonostante (meno comune)/ciononostante (meno bene), ciò nonostante/ciò non ostante

86. cosicché, così che

87. dappertutto (da evitare dapertutto), da per tutto

88. dappoco, da poco (meno comune)

89. dappresso, da presso

90. dapprima (mai d'apprima), da prima (meno comune)

91. dapprincipio (meno comune), da principio

92. difronte (meno comune), di fronte

93. controvoglia, contro voglia

94. disotto (meno comune), mai dissotto, di sotto

95. dopotutto, dopo tutto

96. manodopera, mano d'opera

97. nondimeno, non di meno

98. nonostante, non ostante (meno comune)

99. oltremisura (meno comune), oltre misura (antiquato oltra misura)

100. oltremodo, oltre modo (meno comune, antiquato oltra misura)

101. peraltro, per altro

102. perlomeno, per lo meno

103. perlopiù (mai perloppiù), per lo più

104. quantomeno (meno comune), quanto meno

105. quantopiù, quanto più

106. sennò (registro familiare), se no

107. suppergiù, su per giù

108. tantomeno (raro), tanto meno

109. tantopiù (raro, mai tantoppiù), tanto più

110. tuttalpiù (raro),  tutt'al più (mai tutt'alpiù)

111. vabbè (contrazione di va bene, caratteristica di contesti informali).