Test Invalsi

Via al Test Invalsi: presente e futuro di una prova che continua a dividere

Di Niccolò De Rosa
studiare-bambina
02 Maggio 2017
È iniziata la stagione degli Invalsi: aprono le danze le scuole primarie con le prove del tre e del cinque maggio; poi seconde superiori (9 maggio) e terze medie (15 giugno). Ma dal prossimo anno si cambia ancora...
Facebook Twitter More

Passato il lungo periodo di ponti e week-end lunghi, i Test Invalsi inaugureranno il maggio "caldo" degli studenti italiani.

 

Domani infatti (3 maggio, N.d.R) i cominceranno le prove d'italiano per gli studenti di quinta e seconda primaria, i quali dovranno sottoporsi anche a una breve prova di lettura. Il mini-ciclo si chiuderà venerdì 5 maggio con i test matematici.

Gli Invalsi torneranno poi il 9 maggio per gli studenti di seconda superiore e il 15 giugno come prova d'esame per quelli di terza media. In totale verranno coinvolte circa 116.000 classi e più di 2 milioni di scolari.

 

TEST INVALSI: CONSIGLI AI GENITORI

 

Non si smorzano le polemiche

A far da cornice a questo periodo di studio "matto e disperatissimo" sono già state annunciate proteste e manifestazioni da parte di alcune sigle sindacali per opporsi a quello che in molti ritengono un insensato e asettico strumento di valutazione.

 

«Pensare di valutare l’apprendimento degli alunni facendo mettere delle crocette qua e là o comunque costringendoli a cercare risposte esatte, appare un equivoco non privo di conseguenze - afferma il pedagogista Daniele Novara sul Fatto Quotidiano - Imparare rappresenta un processo operativo complesso che necessita di verifiche applicative più che di nozioni da ripetere. E’ un’esperienza che va chiusa perché non ha portato alcun beneficio»

Le novità all'orizzonte

Oggetto delle rimostranze sono anche le modifiche previste dalla nuova Riforma già per il prossimo anno scolastico. Già dal 2018 infatti gli studenti di Terza Media dovranno vedersela con le modifiche apportate alle prove di valutazione, mentre i cambiamenti coinvolgeranno il mondo dei maturandi solo dal 2019.

Ecco come saranno le nuove prove:

 

TERZA MEDIA (dal 2018)

- Test Invalsi d'Italiano, Inglese e Matematica

- Lo svolgimento non avverrà più in sede d'esame, ma ad aprile

- La valutazione dell'esito dei test quindi non rientrerà nel voto finale ma sarà un requisito indispensabile per l'ammissione

 

MATURITÀ (dal 2019)

- Test Invalsi d'Italiano, Matematica ed Inglese introdotti anche per la Maturità

- Come per le prove di terza media, i Test Invalsi si svolgeranno prima dell'esame finale e saranno un requisito indispensabile per l'ammissione all'esame stesso. Non è stato ancora stabilito però il periodo esatto.