Nostrofiglio

Scuole Superiori

Scuola, sempre più ragazzi si iscrivono ai licei. In calo i professionali

Di Sara De Giorgi
liceale

08 Febbraio 2018
Secondo le statistiche sempre più quattordicenni scelgono di frequentare licei, soprattutto quelli scientifici speciali. Al secondo posto i classici, preferiti dalle ragazze. Un terzo degli studenti ha selezionato gli Istituti tecnici, mentre si è verificato un calo consistente di iscrizioni agli Istituti professionali.

Facebook Twitter Google Plus More

Buone notizie per i licei italiani. Il Miur ha reso pubbliche ieri, 7 febbraio, le scelte di un milione e mezzo di studenti per le medie inferiori e quelle superiori delle scuole italiane.

 

 

Un giorno dopo la chiusura delle iscrizioni i risultati: esattamente 1.455.850 studenti (dalla primaria alla secondaria di secondo grado) hanno inoltrato la domanda on line. Invece, per la scuola dell'infanzia la domanda era cartacea. 

 

Secondo le statistiche, per il quarto anno consecutivo sempre più quattordicenni scelgono di frequentare licei, soprattutto quelli scientifici speciali.

 

Leggi anche: Iscrizioni scolastiche 2017/2018. La riscossa dei Licei

 

Su 480mila ragazzi, il 55,3 per cento (lo 0,7 per cento in più dell'anno scorso) ha selezionato per settembre 2018 un liceo. In più, i licei costituiscono la scelta preferita dalle ragazze, che sono oltre il sessanta per cento degli iscritti.

 

Lo Scientifico, con indirizzo tradizionale, indirizzo 'Scienze Applicate' e sezione sportiva, è il preferito: è scelto dal 25,6 per cento dei ragazzi. Nell'ambito dello Scientifico, aumenta la percentuale degli studenti che scelgono l'indirizzo 'Scienze applicate' (8,2 per cento) e l’opzione 'Sportivo' (1,8 per cento). Invece, gli iscritti al Classico sono il 6,7 per cento e più 70 per cento degli iscritti sono ragazze.

 

 Anche le preferenze per il Liceo delle Scienze umane aumentano (8,2 per cento).

Inoltre, è stato registrata una piccola crescita di preferenze per il Liceo linguistico, mentre l’Artistico e l'Europeo-Internazionale sono risultati in calo. 

 

Un terzo degli studenti italiani ha scelto gli Istituti tecnici (30,7 per cento). Invece, si è verificato un calo consistente di iscrizioni agli Istituti professionali.

 

Ti potrebbe interessare: Liceo breve, al via la sperimentazione

 

Riguardo agli istituti professionali, il ministro dell'istruzione Valeria Fedeli ha dichiarato: «Quest’anno abbiamo lavorato per la qualificazione del sistema di istruzione. Penso alla riforma dei professionali, che stiamo attuando con convinzione e che già da settembre vedrà l’avvio di nuovi indirizzi e un rilancio effettivo dei laboratori. Siamo convinti che l’eliminazione della sovrapposizione con alcuni indirizzi tecnici e la maggiore aderenza dei percorsi offerti con la tradizione del Made In Italy e le peculiarità dei territori potrà fare dei professionali luoghi di innovazione».

 

Leggi anche: Scuole superiori, 7 dritte per agevolare lo studio ai ragazzi

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA