Sciare con i bambini

Sci e bambini, tutto quello che occorre sapere

Di Sara De Giorgi
bimbisci.600
20 novembre 2019
Quando è opportuno far iniziare i bambini a sciare? Quali accortezze seguire sulle piste sciistiche e quali strutture scegliere in Italia? Quando si può cominciare con l'agonismo? Per rispondere a tali domande abbiamo raccolto approfondite informazioni, realizzando questo speciale su sci e bambini.

Con l'arrivo della stagione invernale e della neve, una delle attività più divertenti da fare con i più piccoli è sicuramente sciare. Si può scegliere, infatti, di andare in strutture attrezzate per famiglie in luoghi in Italia o in Europa, dove i bambini possono esercitarsi sulle piste con gli adulti. In questo modo, è possibile anche godersi splendidi panorami, caratterizzati da montagne bianchissime, su cui si riflette il sole dell'inverno.

 

Ma alcuni dubbi possono venire ai genitori che intendono far imparare i loro figli a sciare: da che età è opportuno iniziare? Oppure quali accorgimenti occorre seguire per sciare con i bambini in sicurezza? Quando iniziare con lo sport agonistico? Dove andare? Per rispondere a questo genere di domande abbiamo raccolto tante informazioni utili su sci e bambini.

 

 

Bambini e sci, quando iniziare

 

Sciare è uno sport che rende i bambini agili e coordinati e che offre senso dell'equilibrio e fiducia in sé. I genitori che desiderano che i loro figli apprendano a sciare devono fare attenzione, però, a non essere troppo esigenti.

 

Maria Cristina Maggio, esperta di attività motoria della Società Italiana di Pediatria (Sip), ha affermato che «Nello sci più che in altri sport, è bene non chiedere prestazioni sportive senza rendersi conto di attitudini, età e capacità dei propri figli».

 

Ma, allora, da che età è possibile far iniziare a sciare i piccoli? «Già dai tre anni è possibile indossare gli sci, ma meglio iniziare con il fondo per prendere dimestichezza con la neve. Lo sci alpino presuppone riflessi che non si possono pretendere dai più piccoli. Lo snowboard invece è raccomandabile dopo gli otto anni, quando cioé si è raggiunta maggiore coordinazione motoria. Per l'agonismo meglio aspettare gli 11».

 

Far iniziare i bambini prima dei tre anni può essere causa di stress. «Lo sport deve essere l'occasione per star bene con se stessi e con gli altri, altrimenti diventa una gabbia».

 

Per i più piccolini meglio la lezione individuale, ma «già dai sei anni è meglio passare a corsi di gruppo per vivere l'attività motoria come momento collettivo».

 

CONTINUA A LEGGERE: Bambini e sci, consigli per iniziare bene

 

 

Bambini, in quanto tempo imparano a sciare

 

I bambini imparano a sciare in modo graduale e ognuno ha i suoi tempi, non c'è un periodo standard nel quale si apprendono tecniche per adoperare gli sci sulle piste. Se è vero che un maestro privato ha più tempo e più attenzione da dedicare al piccolo, è anche vero che per i bambini lo sci è e deve essere soprattutto un gioco.

 

Poi, il tempo dello sci deve durare qualche ora, non di più. I piccoli non devono sfruttare al massimo la giornata sugli sci, come fanno gli adulti. Soffrono il freddo e si annoiano prima: per questi motivi è meglio andare a sciare in giornate soleggiate e assecondare i loro desideri. Se si stancano, togliete loro gli sci, fategli costruire un pupazzo di neve oppure andate al bar a gustare una cioccolata calda.

 

CONTINUA A LEGGERE: Bambini, in quanto tempo imparano a sciare

 

 

Sciare con i bimbi, consigli generali

 

Quando si decide di fare approcciare i bambini al mondo della neve e delle piste sciistiche, è normale avere dubbi ed incertezze. Ecco una serie di consigli molto utili, realizzati con la consulenza di Armando Calzolari, responsabile dell'Unità Operativa Complessa di medicina cardiorespiratoria dello sport dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

 

  1. Sciare fa bene al fisico e all'autostima. Sciare non è solo divertente, ma fa anche bene. Sviluppa l’agilità, la coordinazione neuromotoria e l’equilibrio. Dal punto di vista caratteriale insegna ad avere fiducia nelle proprie capacità, quindi è un sport indicato per i bambini timidi e insicuri. E poi si pratica in montagna, dove si respira aria pulita e dove si è a stretto contatto con la natura.
  2. Meglio affidare i bambini ad istruttori professionisti. Anche se mamma e papà sono bravi sciatori, è preferibile affidarli a un maestro per evitare errori o ansie.
  3. Con mamma e papà solo quando ha imparato i primi rudimenti. Quando i piccoli incominciano a scendere dalle prime piste, e a usare senza troppa difficoltà la seggiovia o lo skilift, è il momento ideale. Ma attenzione alla scelta della pista: quella che a noi sembra facile, potrebbe non esserlo per loro. È fondamentale che non si spaventino.

  4. Insegnare le regole della prudenza. Ai nostri figli vanno insegnate le regole essenziali: essere prudenti sulle piste, non andare troppo veloci o avventurarsi fuoripista, fare molta attenzione agli altri sciatori e non fermarsi mai in mezzo alla pista. Poi li si può lasciare liberi, in compagnia dei fratelli o di altri amichetti.

  5. Attrezzatura: meglio acquistare o noleggiare? Sci e scarponi sono un acquisto economicamente importante. E con la rapida crescita dei bambini, si rischia di non sfruttarlo. L'acquisto conviene a chi:

 

  • è sicuro che lo sci piaccia ai propri figli;
  • sa di passare molte giornate a stagione sulla neve (più di dieci/quindici);
  • ha un fratello/sorella più piccoli a cui passare l'attrezzatura;
  • frequenta stazioni sciistiche minori dove è difficile trovare materiali moderni o della misura giusta;
  • sa di poter rivendere attrezzi che dopo una o due stagioni saranno quasi come nuovi.

 

CONTINUA A LEGGERE: Sciare con i bimbi, consigli generali

 

 

Sci agonistico, da che età

 

Tra gli otto e i dieci anni è l'età in cui il bambino può incominciare a capire le prime nozioni tecniche e a perfezionare la sciata.

 

Se il bambino manifesta una particolare predilezione per questo sport ed è portato, è possibile iniziare l'attività agonistica da 11 anni.

 

CONTINUA A LEGGERE: Sci agonistico, da che età

 

 

Consigli per sciare in sicurezza

 

Gli esperti dell'Ente Nazionale di Normazione hanno stilato un vademecum per la sicurezza su sci e snowboard e per il corretto uso di paraschiena, occhialoni, caschi, sci, scarponi, attacchi e abbigliamento. Eccone alcune regole del vademecum:

 

  1. Uso del casco obbligatorio per i minori di 14 anni. Quando si è sulle piste, sia che si faccia snowboard che sci, il casco è obbligatorio per i minori di 14 anni (ma noi lo consigliamo a tutti! - ndr). E dal 2 marzo 2006 un Decreto del Ministero della Salute stabilisce che i caschi protettivi sono quelli conformi alla norma tecnica UNI EN 1077. I caschi vanno sostituiti in caso di urto violento e che devono essere indossati in modo corretto.

  2. New entry per la sicurezza, il paraschiena. Un studio effettuato in Canada dai ricercatori dell’Università di Calgary – pubblicato nel 2010 sul Journal of Canadian Medical Association – stima che la frequenza di incidenti che presentano lesioni di elevata gravità, con un interessamento della testa e della colonna vertebrale, è pari a 0,06 ogni 1.000 giornate di sci. Per questo la Uni ha deciso di promuovere – accanto all’uso del casco – anche l’uso dei dispositivi di protezione per la colonna vertebrale, i cosiddetti paraschiena. Sono leggeri “scudi” articolati che s’indossano sotto la giacca a vento e che garantiscono l’assorbimento degli urti.

  3. Attenzione agli occhialoni. Gli occhiali non devono avere bordi taglienti, devono evitare l'entrata di neve o acqua e avere un sistema di ricambio di aria per non appannarsi. Quelli sicuri sono marcati CE.

  4. Scarponi: si devono staccare in caso di urto! Bisogna essere certi che gli scarponi si adattino perfettamente agli attacchi e che, in caso di caduta con torsione della gamba, si liberino immediatamente. Per quanto riguarda la regolazione degli attacchi, bisogna prestare attenzione non solo al peso e all’altezza dello sciatore, ma anche all’età, alla capacità di sciare e alla lunghezza della suola dello scarpone.

  5. Importante: la manutenzione dell'attrezzatura. Gli sci vanno sottoposti ad adeguata manutenzione: le lamine vanno trattate affinché tengano soprattutto sul ghiaccio. Occorre inoltre mettere la sciolina. Attenzione anche all'abbigliamento: meglio un capo caldo, tecnico e non scivoloso.

 

CONTINUA A LEGGERE: Consigli per sciare in sicurezza

 

TI PUO' INTERESSARE ANCHE: Bambini sugli sci, 12 regole di sicurezza

 

 

Meglio sci o snowboard?

 


Thomas Valentini, allenatore e preparatore atletico della Federazione italiana sport invernali, sostiene che di solito si parte dallo sci, perché lo snowboard richiede maggiore equilibrio e una stabilità della parte alta del corpo più difficile da ottenere.

 


Per quanto riguarda l'attrezzatura, Valentini consiglia sci e bastoncini con lunghezza adeguata all'altezza del bambino e alle sue capacità. Gli scarponi devono essere precisi nel numero, con 4 ganci e durezza soft, mentre per l'abbigliamento vanno curati calore e impermeabilità, preferendo la tuta spezzata. Come guanti vanno bene sia quelli con le dita sia le moffole e non bisogna dimenticare occhiali da sole o mascherina. Tutta l'attrezzatura necessaria può essere affittata.

 

Inoltre, Valentini sostiene che «per dedicarsi allo snowboard è meglio aspettare i 10-12 anni» perché chi sa già sciare fa in genere meno fatica. Il punto è che sulla tavola posizione del corpo e movimenti sono decisamente innaturali, a partire dal fatto che bisogna muoversi mantenendo bloccati gli arti inferiori: per questo serve un maggior coordinamento.

 

«All'inizio si tende a cadere parecchio, più che sugli sci, ma rispetto a questi ultimi si raggiunge un livello tecnico più elevato in meno tempo», ha affermato. In questo caso, come per lo sci, a venire sviluppati sono soprattutto l'equilibrio e la capacità di muoversi velocemente e con destrezza. E, di nuovo, meglio affidare i bambini a un maestro, ma questa volta per corsi individuali o che prevedano al massimo gruppi molto piccoli. Anche le tavole da snowboard possono essere prese in affitto.

 

CONTINUA A LEGGERE: Meglio sci o snowboard?

 

 

Parchi neve in Italia per sciare con i bambini

 

In Italia ci sono numerosi parchi neve per sciare con i più piccoli. Tra gli altri, eccone alcuni molto divertenti e facili da raggiungere.

 

  1. Fantaski (Lombardia). Si trova al Passo del Tonale il parco giochi sulla neve Fantaski. Qui i bambini, oltre a fare le lezioni di sci, possono scivolare lungo la pista per slittini, divertirsi con il baby-snowtubing, la giostrina e altri giochi sulla neve.
  2. Brunoland (Trentino-Alto Adige). A Obereggen c’è l’orso Bruno di Brunoland che accoglie i piccoli. Sulla pista Eben, vicino alla stazione a valle, si trovano un tapis roulant di 50 metri di lunghezza, uno di 30 metri, una giostra, un enorme drago, un gatto delle nevi, un tunnel innevato, una pista tubing, un castello gonfiabile e molto altro.
  3. Folgarida Kinderland (Trentino-Alto Adige). Si trova all’arrivo delle telecabine Folgarida e Belvedere, adiacente al Rifugio Albasini. Il Folgarida Kinderland è una struttura ricreativa interna ed esterna, che accoglie i bambini.
  4. Snowfunpark Campomulo (Veneto). Molto vicino al Rifugio Albergo Campomulo è lo SnowFunPark di Campomulo, parco giochi sulla neve dotato di diverse strutture mobili per la discesa con slittini e bob, due tapis roulant per la risalita e una struttura usata come deposito/biglietteria.

 

CONTINUA A LEGGERE: Parchi neve per sciare con i bambini

 

 

I parchi sulla neve più belli delle Alpi

 

Amate in modo particolare le Alpi? Ecco una serie di parchi neve per bimbi ubicati su questa catena montuosa davvero spettacolare.

 

  1. Zoldo Alto (Belluno, Veneto): Baby Park Ice Village. Al Baby Park della Val di Zoldo ci sono percorsi da fare con gli sci, tunnel scavati nella neve, igloo e anche il servizio baby sitting. Vedi sito
  2. Prato Nevoso (Cuneo, Piemonte): Prato Nevoso Village. Comprende una area bambini attrezzata con strutture gonfiabili e giochi. Nel corso della giornata è possibile assistere a spettacoli di animazione per grandi e piccini.
  3. Cogolo Di Peio (Trentino): Biancaneve. è un'area attrezzata con pista da sci e ski lift, tapis roulant, pista per slittini, pista tubing, giostra, casetta gonfiabile, noleggio slitte, gommoni e attrezzatura sci, campo scuola e snowboard camp con maestri. Vedi sito
  4. Passo San Pellegrino (Trentino): Kids Paradise. E' un parco sulla neve attrezzato con altalene, scivoli, casette, carriole e la casa della mascotte Blanco. Vedi sito

 

CONTINUA A LEGGERE: I parchi sulla neve più belli delle Alpi

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA:

 

 

I parchi neve più belli del Tirolo

 

Anche il Tirolo riserva bellissime sorprese. Ecco alcuni tra i luoghi dove andare a sciare con i bambini.

 

  1. Alpbach. Nel Kid's Center ad Alpbach nello Skijuwel Alpbachtal Wildschönau si può sciare con il più piccoli, per i quali c'è il servizio assistenza a ore nei locali della funivia Wiedersberghornbahn. Lì c'è un guardaroba per le loro cose, spazi per la nanna e addirittura un cinema per i bambini.
  2. Serfaus-Fiss-Ladis. Murmli e Berta sono le due mascotte nel grande comprensorio sciistico per famiglie di Serfaus-Fiss-Ladis. E i paradisi sugli sci per bambini Bertas Kinderland a Fiss e Murmlipark a Serfaus portano il nome delle due mascotte.
  3. Ellmau, Scheffau e Söll sono località nelle quali si organizza perfettamente l'assistenza ai bambini. Vi aspettano fantastiche offerte nei club per bambini Ellmi’s Kids Club, Schneepiraten Kidsclub e KiKo Kinderbetreuung.
  4. SkiWelt Wilder Kaiser–Brixental. Qui c'è la scuola di sci di Scheffau e, nel Kaiserkinderland o nell'Abenteuerpark, i bambini imparano a sciare sotto la guida di maestri di sci professionali. La montagna panoramica Hohe Salve nello SkiWelt ha numerose piste facili e il Kids Club Hofpgarten con un'area pratica, due tappeti magici e assistenza ai bambini dai 3 anni in su.

 

CONTINUA A LEGGERE: I parchi neve più belli del Tirolo

 

 

Luoghi per sciare dall'Emilia alla Sicilia

 

Non solo Alpi o Tirolo! Anche in altre regioni italiane ci sono luoghi bellissimi nei quali si può sciare con la famiglia. Ecco alcuni parchi neve davvero divertenti:

 

  1. In Emilia c'è per esempio Corno alle Scale, divenuta famosa grazie ad Alberto Tomba che l’ha eletta a suo campo di allenamento preferito. A due passi da Bologna, si chiama così per le balze rocciose della parete nord, ma è sull’altro versante che si trovano pendii innevati anche per bambini.
  2. Tra i monti della Maiella e il Parco Nazionale d'Abruzzo, c'è Roccaraso. Una meta perfetta per gli sciatori di centro e sud Italia, ma anche un diversivo per chi va sempre sulle Alpi. Il comprensorio sciistico dell’Alto Sangro permette infatti agli amanti delle discese di scivolare lungo 110 chilometri di piste. C'è anche il campo scuola Kinderland.
  3. Se si vuole fare un'esperienza unica, si può sciare su un vulcano, basta andare in Sicilia. Sull’Etna la cima raggiunge i 3.350 metri e in genere non ci sono problemi. Semmai i disguidi li causa il vulcano, come qualche anno fa quando un'eruzione ha messo fuori uso alcuni impianti di risalita. Dal rifugio Sapienza, si trovano una ventina di chilometri di piste e la scuola locale offre anche corsi per bambini.

 

CONTINUA A LEGGERE: Luoghi per sciare dall'Emilia alla Sicilia

 

 

Bambini sulla neve, le immagini più belle

 

I bambini amano letteralmente la neve. Tra guantini caldi e grossi cappelli, prepariamoci al freddo invernale con questa serie di immagini di bambini più o meno piccoli alle prese con la neve.